Filosofia del diritto: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
 
== Introduzione ==
Non da molto ho scoperto il mondo Wikibooks cola quale ho desiderato subito potermi confrontare. Dopo poche ma efficaci veloci letture sui regolamenti, ho capito potermi cimentare in via vagamente introduttiva con la cosiddetta adozione di un libro abbandonato.
Forse per sentimentalismo o per pigrizia di non iniziarne uno da zero, l'immagine onirica di un libro perso nel suo destino mi ha subito convinto di aver trovato il mio primo percorso in Wikibooks. Essendo un giurista per lavoro e per passione, ho cercato qualcosa che mi potesse permettere di scrivere con quel minimo di competenza degna del grande mondo Wikipedia e, dopo pochi minuti di ricerca, ecco saltato fuori dal niente un titolo relativo alla filosofia del diritto.
Il libro era a dir poco abbozzato ma ne ho apprezzato immediatamente gli intenti. Per quanto mi sarà possibile proseguirò quel desiderio nella speranza di rispettare chi lo aveva iniziato e di fornire un valido contributo al mondo Wikipedia, degno di tutta la mia stima.
Non ho la pretesa di scrivere una vera e propria opera di saggistica, quanto forse, realizzare uno stimolo a qualche riflessione da poter condividere nel mondo infinito della teoria generale del diritto.
 
=== PerchePerché abbiamo bisogno del diritto? ===
 
L'esigenza di una disciplina della convivenza sociale è stata da sempre percepita ed affrontata in differenti modalità. Il concetto di ordinamento giuridico affonda per tanto le sue radici nella esistenza stessa degli esseri viventi. Un ordinamento giuridico infatti altro non è che un ordito di leggi, di regole; una trama di indicazioni di riferimento, utili a fornire indicazioni deontologiche e comportamentali. L'ordinamento giuridico per tanto è rinvenibile in una formula collettivamente accettata e in qualche modo subita, enunciante prescrizioni comportamentali, atte a disciplinare i rapporti tra fenomeni e soggetti interagenti reciprocamente.
82

contributi