Differenze tra le versioni di "Caccia tattici in azione/Anni '30"

Corretto: "sorpresa"
(ortografia)
(Corretto: "sorpresa")
In effetti, già la fusoliera del B 534 sembrava fatta apposta per essere ulteriormente modificata e diventare a tutti gli effetti la base per un caccia che cambiasse tipo d'ala. Il suo potente motore, nel tipo B 534, era capace di 860 hp e permetteva 405 kmh. Sopratutto, era possibile salire a 5.000 m in meno di 4,5 minuti. Questo aereo, malgrado la penalizzazione del radiatore esterno, era quindi veloce almeno quanto i monoplani D.510 parimenti equipaggiati. Era molto agile, sopratutto ad alta velocità, e poteva superare in salita praticamente qualunque altro aereo. L'armamento era ben concentrato nel muso e nell'insieme si trattava di una macchina bella anche a vedersi, tanto che nell'insieme era considerata -ad un certo punto- come il miglior caccia europeo disponibile (presumibilmente attorno alla metà degli anni '30). Inoltre, da questo caccia si stava passando a nuovi progetti del tutto moderni, monoplani.
 
Probabilmente destò una certa sopresasorpresa, così, rilevare come invece il B 534 non riuscisse ad ottenere risultati contro i piccoli C.R.32 ungheresi nella primavera del '39, durante la cosidetta 'Piccola guerra'.
 
 
Utente anonimo