Differenze tra le versioni di "A scuola con metodo/Imparare a leggere"

m
migliorata impaginazione
m (Corretti refusi e migliorata impaginazione)
m (migliorata impaginazione)
 
===Cinque azioni per leggere meglio===
Saper leggere in modo efficace è probabilmente la migliore strategia per diventare un bravo studente. Sfortunatamente, non tutti possiedono una una buona capacità di lettura. Come qualsiasi altra abilità, tuttavia, anche questa può essere sviluppata e migliorata con l’esercizio.
 
Qui sotto vi sarà presentata una strategia di lettura in cinque stadi che vi aiuterà a migliorare e a diventare lettori più critici. Questa strategia si chiama VFL2R<ref>Uelaine Lengefeld, Imparare a studiare, come apprendere di più, più rapidamente e più a fondo, Milano, 2011
</ref>, sigla che viene fuori dall’anagramma delle iniziali delle principali azioni:
* '''Visione di insieme''' (lettura di impatto o prelettura). Osservate attentamente la pagina da studiare, ricavando quante più informazioni possibili. Dovreste compiere queste operazioni:
*#esaminare il titolo di ogni capitolo;
*Formulare delle domande
*#notare le intestazioni e i sottotitoli e i rapporti tra i titoli più importanti di ogni capitolo;
*Leggere analiticamente e sottolineate
*#osservare eventuali figure;
*Rielaborare e scrivete
*#cercare domande o attività di studio alla fine di ogni capitolo.
*Ripassare
* '''Formulare delle domande'''. Quando si legge è necessario porsi sempre delle domande: Chi? Che cosa? Quando? Dove? Come?Leggere analiticamente e sottolineate
 
*'''Leggere e sottolineare''': in un testo di studio dovete individuare, per ogni frase o periodo, le due informazioni base sempre presenti:
===Visione di insieme===
*#Di che cosa o di chi si parla? (soggetto)
Osservate attentamente la pagina da studiare, ricavando quante più informazioni possibili. Dovreste compiere queste operazioni:
*# Che cosa si dice su di essa/lui/lei? (predicato) Studiate in modo attivo e partecipe. Entrate nel testo e date ad ogni parola una funzione chiedendovi: che cosa significa? A quale domanda risponde? Come si collega con le altre informazioni del testo? Dopo aver letto un passaggio importante può essere evidenziare o sottolineare le risposte alle precedenti domande.
 
*'''Rielaborare'''. Rielaborare: vuol dire manipolare i contenuti e dare ad essi un ordine logico, riflettere e comprendere in modo approfondito e critico. Tutto questo agevola l’interiorizzazione e la memorizzazione dei contenuti. Potete scrivere brevi note di studio che vi aiuteranno ad inserire le informazioni nella vostra memoria a lungo termine per recuperarle più facilmente nel momento della verifica. Scrivete una frase di sommario dell’idea principale di ogni paragrafo se trovate la materia particolarmente difficile. Le chiavi di richiamo che avete scritto nei margini costituiscono un passaggio essenziale: potete utilizzarle anche per ripassare. Possibili rielaborazioni sono: riassunti, sintesi cronologiche o di presentazione, mappe cognitive.
*esaminare il titolo di ogni capitolo;
*notare le intestazioni e i sottotitoli e i rapporti tra i titoli più importanti di ogni capitolo;
*osservare eventuali figure;
*cercare domande o attività di studio alla fine di ogni capitolo.
 
Ripassate:*'''Ripassare'''. dopoDopo la lettura analitica e con il testo personalizzato davanti (parole evidenziate, note, commenti, sottotitoli), ripetete ad alta voce le informazioni acquisite, rispettando le sequenze. Potete accompagnare l’esposizione con una lettura sommaria (far cadere l’occhio sulle parole evidenziate, titoli, sottotitoli, immagini, note). In questo modo solleciterete sia la memoria acustica che quella iconografica. Inoltre allenerete le abilità della comunicazione orale attraverso l’autocorrezione.
Formulare delle domande: Chi? Che cosa? Quando? Dove? Come?
 
===Suggerimenti per sottolineare ilun libro di testo:===
Leggere e sottolineare: in un testo di studio dovete individuare, per ogni frase o periodo, le due informazioni base sempre presenti:
Qui di seguito una serie di suggerimenti per sottolineare il libro di testo:
#Di che cosa o di chi si parla? (soggetto)
# Che cosa si dice su di essa/lui/lei? (predicato)
Studiate in modo attivo e partecipe. Entrate nel testo e date ad ogni parola una funzione chiedendovi: che cosa significa? A quale domanda risponde? Come si collega con le altre informazioni del testo?
Dopo aver letto un passaggio importante può essere evidenziare o sottolineare le risposte alle precedenti domande.
 
Suggerimenti per sottolineare il libro di testo:
 
#Sottolineate dopo aver letto: leggete un paragrafo o una sezione del testo e poi tornate indietro e sottolineate solo i punti più importanti. Non sottolineate mai alla prima lettura;
#Circoli o riquadri: alcuni studenti amano cerchiare i concetti o le parole importanti, altri preferiscono un riquadro;
#Esercitatevi: per questa, come per qualsiasi altra abilità, l’esercizio è la via migliore per imparare.
 
Rielaborare: vuol dire manipolare i contenuti e dare ad essi un ordine logico, riflettere e comprendere in modo approfondito e critico. Tutto questo agevola l’interiorizzazione e la memorizzazione dei contenuti. Potete scrivere brevi note di studio che vi aiuteranno ad inserire le informazioni nella vostra memoria a lungo termine per recuperarle più facilmente nel momento della verifica. Scrivete una frase di sommario dell’idea principale di ogni paragrafo se trovate la materia particolarmente difficile. Le chiavi di richiamo che avete scritto nei margini costituiscono un passaggio essenziale: potete utilizzarle anche per ripassare. Possibili rielaborazioni sono: riassunti, sintesi cronologiche o di presentazione, mappe cognitive.
 
Ripassate: dopo la lettura analitica e con il testo personalizzato davanti (parole evidenziate, note, commenti, sottotitoli), ripetete ad alta voce le informazioni acquisite, rispettando le sequenze. Potete accompagnare l’esposizione con una lettura sommaria (far cadere l’occhio sulle parole evidenziate, titoli, sottotitoli, immagini, note). In questo modo solleciterete sia la memoria acustica che quella iconografica. Inoltre allenerete le abilità della comunicazione orale attraverso l’autocorrezione.
145

contributi