Torah per sempre/Due Torah? Scritture e rabbini: differenze tra le versioni

# Se qualcosa è stato incluso in un termine generico e poi specificato separatamente per fornire un'argomentazione in una materia nuova, non può essere riapplicato al termine generico a meno che la scrittura lo faccia esplicitamente.
# Qualcosa di appreso dal suo contesto, o dalla sua fine (conclusione).
# Analogamente, se due testi si contraddicono a vicenda, [la materia non può essere risolta] finché un terzo testo vienenon venga ad armonizzarli.
 
È la terminologia piuttosto che il contenuto a confondere. Si prenda per esempio la regola 6. Il Talmud la applica a [https://www.biblegateway.com/passage/?search=Deuteronomio+14%3A26&version=CEI;LND;NR2006 Deuteronomio 14:26],<ref>TB ''Eruv.'' 27b.</ref> che stabilisce come uno debba spendere il proprio denaro a Gerusalemme: "userai quel denaro per comprare tutto ciò che il tuo cuore desidera: buoi, pecore, vino, bevande inebrianti, o qualunque cosa di tuo gusto." "Tutto ciò che il tuo cuore desidera" è un termine generico; "buoi, pecore, vino, bevande inebrianti" sono esempi specifici; "qualunque cosa di tuo gusto" è nuovamente generico. La regola dice che dobbiamo "seguire il termine specifico". Pertanto, la legge è che il denaro potrebbe essere speso per cibo animale e vegetale ma non per acqua o sale. Sussiste ancora qualche ambiguità — per esempio, il pesce è alimento di salamoia o acqua? — ma il sistema argomentativo è chiaro.
 
== Interpretazione ''a fronte'' del significato semplice ==
12 700

contributi