Differenze tra le versioni di "Biologia per istituti tecnici/La nutrizione"

m
Sono assunte in piccoloe quantità con gli alimenti ma sono indispensabili per il nostro organismo. Esse regolano alcune importanti funzioni nel nostro corpo, prevengono molte malattie e aiutano il metabolismo.
 
Le vitamine sono fragili perché bastapossono unessere po'alterate didal calore o dida freddosostanze eccessivo,chimiche alcool o tabacco per ridurre l'efficacianocive. Si possono dividere in
:*<u>Liposolubili</u>: solubili nei grassi(trovabili nelle vitamine A,D)
:*<u>Idrosolubili</u>: solubili in acqua(ad esempio la vitamina C)
 
=== Le piramidi alimentari ===
Enti governativi, università e centri di ricerca hanno elaborato ed elaborano una "classifica" degli alimenti da assumere quotidianamente che viene visualizzata in una piramide grafica: nel disegno ha maggiore importanza (vanno consumati con maggiore frequenza) la base rispetto alla punta (potrebbe essere interpretata maleal contrario). Nella galleria sottostante si riportano alcune piramidi alimentari.<gallery>
File:USDA Food Pyramid.gif|Piramide alimentare dell'USDA (United States Department of Agriculture) 1992
File:MyPyramid1.png|Piramide alimentare dell'USDA 2005
File:WHOFoodGuidelinesSummaryPyramid.png|Piramide semplificata del WHO/FAO 2002
File:Ernährungs_Pyramide.jpg|piramidePiramide alimentare come raccomandato dal DGE (Società tedesca di nutrizione) (2005)
 
File:Lebensmittelpyramide_der_sge_2005.svg
File:Lebensmittelpyramide_der_sge_2005.svg|Piramide alimentare della Società Svizzera di Nutrizione (2005)
</gallery>Per l'Italia l'Istituto di Scienza dell'Alimentazione ha ideato il sito [http://www.piramidealimentare.it/ www.piramidealimentare.it] , un sito interattivo dedicato ad una corretta alimentazione.
[[File:DIETA MEDITERRANEA ITALIA.JPG|miniatura|365x365px493x493px|Prodotti utilizzati nella dieta mediterranea]]
 
=== Dieta mediterranea ===
* [[w:Progetto_Cina#T._Colin_Campbell_e_The_China_Study|'''Progetto Cina''']]: è un ampio e controverso studio epidemiologico condotto da università americane, inglesi e cinesi, coordinato dal dott. Colin Campbell, pubblicato nel 2005, condotto in Cina tra il 1983 e il 1989. È un'indagine sul rapporto tra alimentazione, condizioni ambientali, tradizioni sociali e malattie. [[wikipedia:The_China_Study|(Sito in inglese]]). il risultato (contestato) più significativo è che maggiore incidenza hanno in una dieta i cibi di origine animale, maggiore probabilità si hanno di sviluppare le "malattie dell'abbondanza" tipiche dei paesi sviluppati come obesità, ipercolesterolemia, malattie vascolari, cancro (soprattutto al colon e seno), osteoporosi, diabete. La critica maggiore a questo studio è sulla metodologia adottata che ha evitato il peer-review e in secondo luogo l'elevato numero di correlazioni studiate che rende satisticamente poco attendibile lo studio. In [http://www.airc.it/cancro/disinformazione/the-china-study/ questa pagina dell'AIRC] si evidenziano le criticità di questo studio.
* Nel 2011 è stato prodotto un film-documentario, basato principalmente sugli studi di Campbell: [[w:Forchette_contro_coltelli|Forchette contro coltelli]] (Forks Over Knives). Su [https://www.youtube.com/watch?v=hCktxJtb_3Q YouTube].
 
=== Per riflettere ===
Mangiare poca carne e pesce può aiutare a difendere l'ambiente. Recenti studi sull'effetto serra dimostrano come l'allevamento di bestiame contribuisca al riscaldamento globale più di tutti i trasporti messi insieme. Inoltre l'allevamento consuma molto territorio e grandi quantità di acqua dolce. La deforestazione dell'Amazzonia è causata principalmente dalla necessità di coltivare foraggi per l'allevamento.
 
Il film-documentario [http://www.cowspiracy.com/ Cowspiracy] affronta questi argomenti, sottolineando come molte organizzazioni ambientaliste (es. Greenpeace) preferiscono non affrontare il problema per il timore di perdere finanziamenti.
 
== Fonti delle informazioni ==
2 095

contributi