Differenze tra le versioni di "Fisica classica/Dinamica"

m
piccole correzioni
m (piccole correzioni)
m (piccole correzioni)
Il coefficiente di attrito statico è compreso normalmente tra 0.04 per il [[w:PTFE|teflon]] su molte superfici e 1 per la gomma su cemento. Anche se bisogna aggiungere che ad esempio le gomme delle macchine di [[w:Formula_1|formula 1]] il coefficiente di attrito è molto maggiore di 1 e nell'altro estremo interponendo tra due superfici lisci uno strato di gas si riescono ad ottenere coefficienti di attrito statico minori 0.01. Inoltre il coefficiente di attrito statico dipende anche se si è su una superfice asciutta (<math>\mu_s \,\!</math> più grande) o bagnata (<math>\mu_s \,\!</math> più piccola).
Quando si verifica che: <math>| F_{s}|>\mu_s |N|\ </math> , il corpo inizia a muoversi ed entra in gioco un tipo di attrito dinamico.
 
Nelle macchine per aumentare l'attrito statico, che determina la massima velocità ottenibile senza slittare, vengono aggiunti gli [[w:Alettone_(veicoli)|alettoni]], i quali aumentano il valore della reazione vincolare esercitando una elevata forza dall'alto verso il basso che si va ad aggiungere la peso proprio del veicolo.
 
Un esercizio su una [[Esercizi_di_fisica_con_soluzioni/Statica_e_dinamica_del_punto_materiale#1._Cassa|cassa]] che deve essere spostata può chiarire quanto detto.
== Forza di attrito dinamico ==
[[File:Friction_diagram.png|thumb|left|200px|Dinamica di un corpo soggetto ad una forza trainante (Pushing) a cui si oppone la forza di attrito statico (Friction).]]
La forza di attrito dinamico è generata dal contatto tra due corpi che si muovono uno rispetto all'altro. Può essere anche in questo caso definito un '''coefficiente di attrito dinamico''' che indichiamo con <math>\mu_d \,\!</math> (anche tale parametro è adimensionale). Il valore di <math>\mu_d \,\!</math> è sempre un poco inferiore a <math>\mu_s \,\!</math> come si può verificare sperimentalmente mediante un [[Fisica_classica/Dinamica#Piano inclinato|piano inclinato]]. L'espressione della forza di attrito dinamico è:
{{Equazione|eq=<math>\vec F_{d}=-\mu_d |N|\hat v\ </math>|id=7}}
Dove <math>\hat v \,\!</math> è il versore velocità.
La forza di attrito dinamico ha un valore ben preciso (al contrario dell'attrito statico per cui è fissato un massimo). Nelle macchine per aumentare l'attrito dinamico, che determina la massima velocità ottenibile senza slittare, vengono aggiunti [[w:Alettone_(veicoli)|alettoni]], i quali aumentano il valore della reazione vincolare esercitando una elevata forza dall'alto verso il basso che si va ad aggiungere la peso prorio del veicolo.
 
Due esercizi specifici uno su [[Esercizi_di_fisica_con_soluzioni/Statica_e_dinamica_del_punto_materiale#3._Due_cubi|due cubi]] e l'altro su [[Esercizi_di_fisica_con_soluzioni/Statica_e_dinamica_del_punto_materiale#4._Piastra_con_sopra_un_oggetto|una piastra con sopra un oggetto]] sono esempi di attrito dinamico.
Il valore del coefficiente di attrito statico si ottiene semplicemente dalla misura di un angolo: la tangente dell'angolo per cui il corpo posto su un piano inclinato smette di essere in equilibrio statico è il coefficiente di attrito statico.
 
Se l'angolo del piano inclinato è superiore a quello imposto dall'attrito statico si ha un moto accelaratoaccelerato uniforme con una forza di trascinamento nella direzione dell'inclinazione del piano pari <math>mg\ sin\theta \ </math> a cui si oppone nello stesso verso con direzione opposta la forza di attrito dinamico <math>\mu_d N=\mu_d mg\ cos\theta \ </math>, quindi
la seconda equazione della dimamica diventa:
:<math>ma=mg\sin \theta-\mu_d mg\cos \theta \ </math>
:<math>\omega^2\ge \frac gL\ </math>
Cioè al di sotto di questo valore della velocità angolare non si può avere il moto di un pendolo conico.
 
 
 
 
 
[[Categoria:Fisica classica|Dinamica]]
{{Avanzamento|100%|0307 marzo 2016}}