Laboratorio di chimica in casa/Come modificare il libro: differenze tra le versioni

 
=== Curiosità ===
[[File:Fotothek df roe-neg 0002768 002 Zwei Pioniere an einem Mikroskop.jpg|right|300px]]
La curiosità è un istinto<ref>In realtà la curiosità non vine definita propriamente come un istinto poiché, a differenza di esso (es: nutritivo, riproduttivo, autoconservativo ecc.) è più variabile e soggettivo. Viene piuttosto definito come un'"attitudine innata", un gusto personale nel raccogliete informazioni su qualcosa. ([http://www.treccani.it/vocabolario/curiosita/ Treccani] - [http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/C/curiosita.shtml Sabatini Coletti])</ref> che spinge una persona a raccogliere informazioni. Essa è sete di conoscenza, e in quanto pulsione rende contenti chi la prova quando viene soddisfatta; per questo è anch'essa una fonte di divertimento (in questo caso inteso come interesse). Anche la curiosità è un fattore variabile da persona a persona, cioè si può provare o meno interesse verso cose diverse e cercare di soddisfarla in modi diversi: ricercando l'eziologia -il perché- di un fenomeno immergendosi nei libri, vedere cosa cambia/cosa succede modificando e rielaborando qualcosa di appreso, prestando attenzione a ciò che riguarda qualcosa che di cui si ha sentito parlare... Ogni caso è diverso: più pratico o più teorico, più creativo o più mnemonico, più generico o più specifico; ma ciò che accomuna ogni forma di curiosità è provare piacere nel soddisfare il desiderio di saperne di più su qualcosa.