Differenze tra le versioni di "Chitarra/Lettura del pentagramma"

[[File:Gclef.svg|150 px|]]<br /> <br />
 
Le '''note''' che possiamo sistemare sul '''pentagramma''' coprono circa '''tre ottave'''. Quando ci troviamo nella necessità di scrivere note più gravi appartenenti dunque ad altre ottave inferiori, si cambia chiave e si utilizza quella di FA o chiave di basso. Essa stabilisce che la nota FA si trova sul quarto rigo, laddove nella chiave di SOL si trova un RE. Dunque su questo pentagramma scriveremo note le cui ottave sono più basse, ma la posizione delle note è diversa,essendo praticamente scalate di un rigo o di uno spazio rispetto alla chiave di Sol. Diciamo poi che '''la chitarra legge''' soltanto la '''chiave di violino''' e non le altre chiavi. Tale chiave viene messa sul pentagramma, all'inizio di un qualsiasi spartito per un qualsiasi strumento che legga detta chiave. Globalmente ci sono '''7 chiavi''': quella di violino (SOL), quella di soprano (DO), di mezzosoprano (DO), di contralto (DO), di tenore, di baritono (FA) e di basso (FA) e queste sette chiavi si chiamano appunto '''setticlavio'''. La chiave di faFA, viene chiamata chiave di basso perché è usata per la scrittura della musica per la voce di basso e per gli strumenti con registro grave. Dicevamo appunto che la chiave di violino non ha sottochiavi, la chiave di FA contiene invece due sottochiavi, quella di basso appunto e quella di baritono; equest'ultima invecepuò essere indicata molto più spesso come chiave di FA ma anche come chiave più grave di DO. Invece la chiave di DO (che è una chiave "antica") contiene 4 sottochiavi, quella di soprano, mezzosoprano, contralto e tenore ma talvolta la chiave di baritono viene posizionata anzichè in chiave di fa, in chiave di do ma come dicevamo è la stessa cosa. Ognuna di queste chiavi si legge in maniera diversa. Non fa parte del setticlavio ma merita menzione anche la chiave di percussione.<br />
 
<gallery>
7 459

contributi