Differenze tra le versioni di "Laboratorio di chimica in casa/Sicurezza"

nessun oggetto della modifica
{{Avanzamento|75%|28 giugno 2014}}
Se si ha scelto di costruire il proprio laboratorio di chimica in casa è indispensabile essere preparati a gestire i rischi che ne deriveranno. <br />
Valutare la pericolosità di una sostanza non è intuitivo come valutare quella di un oggetto come un bruciatore o di una sega circolare, non è possibile giudicareprevedere "ad occhio" quali incidenti possa causare. Per questo è indispensabile informarsi prima di ogni esperimento sulla pericolosità delledi sostanzeogni sostanza, deglistrumento strumenti e deio processiprocesso chimico-fisicifisico che si stanno per adoperare. Anche il luogo e le persone impiegate in un'esperienza di laboratorio dovranno essere preparatepreparati all'esperimento. Le parole chiave sono ''prevenzione e previdenza'': prevenire i rischi lavorando con le specifiche protezioni in un luogo sicuro e ordinato, ma anche prevedere possibili incidenti e tenere pronti dispositivipiani die sicurezzadispositivi di emergenza (estintore, soluzioni neutralizzanti ecc.) in caso di incidente.<ref>Eseguendo esperimenti per la prima volta la parte di previsione gioca un ruolo estremamente importante nel garantire la sicurezza durante un esperimento. Spesso infatti accadono degli eventi ai quali non si ha dato peso nell'analisi dei pericoli (magari perché si pensa che "stando attenti" possano essere facilmente evitati) ma che trasformano il piccolo incidente in una tragedia. Perciò va dato molto peso a regole come "liberare il laboratorio da sostanze infiammabili mentre si lavora con il fuoco", "usare gli occhiali e tenere vicino una soluzione neutralizzante mentre si usano acidi concentrati", "tenere chiuso a chiave il laboratorio" ecc. poiché è solo eseguendo queste istruzioni che si è in grado di gestire situazioni di pericolo, molto comuni lavorando con sostanze chimiche pericolose.</ref>
 
Gli oggetti di un laboratorio chimico sono un'arma a doppio taglio: se usati correttamente sono piccole feritoie da cui poter scrutare le proprietà della materia, ma se usate male (volontariamente o incoscientemente) possono essere mortali o portare a lesioni gravi e permanenti.