Differenze tra le versioni di "Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Lamentazione sulla distruzione di Ur"

nessun oggetto della modifica
ud-bi im an-ta šeĝ3-ĝe26-gin7 ki-tuš-bi nam-ba-gur-ru|lingua=SUX}}
 
Ora i sumeri di Ur invocano il dio Nanna, rammentandogli che ora «hanno marciato in umiltà» (in modo umile, sumerico: ''sun<sub>5</sub>''; cuneiforme: [[File:Sun (cuneiforme).JPG|40px]]) portandogli inil pianto del loro tempio muto. Pregandolo che la città che verrà ricostruita «possa passare davanti a te come una stella irragiungibile dalla calamità» (linea 424; ''mul-an kug-gin7 nam-mu-un-ḫa-lam-e igi-zu ḫe2-bi2-ib-dib2-be2'').
 
 
4 810

contributi