Geografia OpenBook/Uscite didattiche: differenze tra le versioni

 
==Uscita didattica (verso un punto panoramico): leggere e ritrarre il paesaggio==
Inserire / Modificare qui il testo dell'uscita didattica
 
Raggiungere un'altura è il sistema più semplice, da sempre disponibile, per ottenere una veduta panoramica. Troppo da vicino e senza l'ausilio di altri sensi, oltre a quello della vista, difficilmente potremmo capire dove siamo (la foglia di una quercia non ci darebbe la certezza di trovarci in un bosco invece che in campagna, oppure all'interno di un parco cittadino). Anteporre una "certa" distanza è un procedimento che può rilevarsi fondamentale per cogliere gli elementi di contorno, le relazioni tra le cose, per quanto il paesaggio visibile non sia l'unico di cui la geografia si occupa. Il "paesaggio percepito"ad esempio è un concetto che non può fare a meno di una lettura dall'interno, soggettiva. Ma, se riferendosi al valore da dare alle cose la distanza è sinonimo di obbiettività, in termini più concreti è indice della possibilità di vedere ciò che esiste, indipendentemente dal valore che ha per noi, anche se spesso non è sufficiente.
È decisivo invece l'angolo di apertura visuale, considerato da Ravenau (1977) per la classificazione delle posizioni panoramiche e degli itinerari stradali. Si parla quindi di angolo di incidenza visiva (minore è tale angolo, maggiore è la visibilità del piano), di angolo di elevazione (utile a definire la visione dal basso) e di angolo di depressione (per le montagne studiate da Higuchi attorno al 1975). Ĕ a partire dagli anni ottanta del Novecento che il "paesaggio visibile", con J.C.Wieber e soprattutto con la scuola di Besançon, diviene oggetto di studio specifico.
In quello che vedremo riconosceremo: case, strade, campanili, fabbriche ecc. segni (concreti) dal valore simbolico e funzionale detti "iconemi" di cui la cartografia talora si avvale. Infatti, trattandosi di immagini elementari, per quanto soggettive, gli iconemi individuati potranno prestarsi ad una lettura condivisa del territorio e quindi anche alla sua rappresentazione.
Il punto di vista è importante ed è importante la scala alla quale si osservano le cose.
 
==Uscita didattica: orientamento sul terreno con carta, bussola e/o gps. Geocaching, caccia al tesoro col Gps==
13

contributi