Differenze tra le versioni di "Biologia per istituti tecnici/Proteine"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 anni fa
La denaturazione è un fenomeno chimico con il quale si cambia la struttura proteica nativa e con cui la proteina perde la sua normale funzionalità biologica. Questo è un fenomeno spesso irreversibile, bensì, in laboratorio, lasciando raffreddare la proteina, essa può riacquistare la sua forma e la propria funzione. Questo è possibile in quanto i legami peptidici non vengono compromessi e la struttura primaria non si modifica. Grazie alla denaturazione le proteine possono stabilire legami, che possono causare l’aggregazione di più molecole proteiche; quindi si ottiene, attraverso legami tra molecole proteiche diverse, una nuova proteina.
Esistono vari tipi di denaturazione, infatti possono essere utilizzati sia metodi fisici che chimici per farla avvenire. I più comuni esempi di denaturazione sono la cottura dei cibi, con evidenti cambiamenti di consistenza e colore; e la permanente, tecnica che permette di creare i riccioli dai capelli lisci attraverso la denaturazione della cheratina dei capelli.
Es. durante la cottura di un uovo, avviene la denaturazione della proteina albumina, dovuta all’aumento della temperatura; questo è un processo irreversibile. [http://www.youtube.com/watch?v=XvyCn89a8eM]
[http://www.youtube.com/watch?v=XvyCn89a8eM]
 
==La specificità di una proteina==
3

contributi