Fisica per le superiori/Il quadro teorico dell’elettrostatica: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
mNessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
* La carica elettrica può avere segno positivo o segno negativo. Cariche elettriche di segno uguale producono forze repulsive, cariche elettriche di segno opposto producono forze attrattive.
* Nei corpi neutri, le due specie di carica elettrica sono contenute in misura uguale e i corrispondenti campi elettrici si annullano per sovrapposizione distruttiva.
* Il fenomeno dell’elettrizzazione segnala una prevalenza di cariche di un ''dato segno'', successiva a qualche fenomeno perturbativo.
* L’intensità delle forze elettriche dipende dalla distanza tra le cariche e può risultare abbastanza intensa per consentire delle osservazioni oggettive solo se le distanze sono sufficientemente brevi.
* I corpi materiali si distinguono, a seconda delle proprie caratteristiche, in tre categorie: corpi conduttori, che consentono lo spostamento libero delle cariche elettriche al proprio interno, corpi isolanti con propensione a elettrizzarsi con cariche di segno positivo, corpi isolanti con propensione a elettrizzarsi con segno negativo.
Utente anonimo