Differenze tra le versioni di "Fisica per le superiori/Applicazioni del teorema di Gauss"

(Campo elettrico di una distribuzione lineare uniforme di carica)
 
=Campo elettrico di una distribuzione superficiale uniforme di carica=
<div style="text-align:justify">
Anziché un filo di lana, proviamo ora ad elettrizzare in modo uniforme un foglio di carta molto esteso (per esempio, formato A3 :) ).
 
Per applicare il teorema di Gauss, avremo bisogno, questa volta, di una superficie a forma di parallepido retto, sezionata in due parti uguali dal piano del foglio.<br/>
Per simmetria, tutto il flusso risulterà uscente in modo ortogonale dalla due superfici di base del parallelepipedo, e sarà nullo attraverso la superficie laterale. Inoltre, il campo elettrico sulle due superfici di base, prese alla stessa distanza dal foglio di carta, devono avere la stessa intensità.
 
<math>
\begin{cases}
\Phi = \Phi{basi} + \Phi{laterale} = E 2 S \\
\Phi = \frac {Q_{int}}{\epsilon_0}
\end{cases}
</math>
 
E dal sistema:
 
<math> E = \frac {Q_{int}}{S \epsilon_0} = \frac {\sigma}{\epsilon_0}</math>
 
Dove <math>\sigma</math> rappresenta la densità superficiale di carica.<br/>
È d’obbligo, in questo caso, soffermarsi ad osservare che il campo elettrico formato da una superficie piana è indipendente dalla distanza. Una superficie piana sufficientemente dunque, permette di dare origine a campi elettrostatici costanti nello spazio.
</div>
 
=Campo elettrico di un condensatore piano=
Utente anonimo