Laboratorio di chimica in casa/Estrazione del cromo dall'acciaio inox: differenze tra le versioni

 
===Cromato di sodio===
[[File:Cromato di sodio.jpg|right|200px]]
Addizionando al precipitato dell'ipoclorito di sodio (circa 930 ml ogni 100 g di AISI 420)<ref>Sapendo che il precipitato contiene 0.25 mol di Cr(OH)<sub>3</sub> e che queste, in base ai coefficienti stechiometrici della reazione riportata sotto, reagiscono con 0.625 mol di NaClO, e conoscendo la concentrazione di quest'ultima (~5% P/V) posso ricavare i millilitri di soluzione da utilizzare:<br /> <math> 5,0% = 50\;\frac{g}{L}\ \xrightarrow[NaClO]{:\;74,442\;\frac{g}{mol}} = 0,67\;M </math> <br /><math> 0,625 mol\;:\;0,67\;\frac{mol}{L} = 932,8 ml </math> <br />L'AISI 430 contiene il 3,7% di cromo in più, quindi produrrà il 3,7% in più di Cr(OH)<sub>3</sub> e di conseguenza anche di NaClO: <br /><math>933 ml\;+\;\frac{933 ml\;\times\;3,7}{100} = 967 ml</math> <br />Comunque è sempre consigliato usare candeggina in eccesso, visto che questa col tempo diminuisce di concentrazione, e per essere sicuri di non sprecare neanche un grammo di Cr(OH)<sub>3</sub>.</ref> si ossida il Cr(III) a Cr(VI), secondo la seguente reazione: <br />