C/File di testo: differenze tra le versioni

fix, categoria
Nessun oggetto della modifica
(fix, categoria)
Nei file di testo le informazioni sono memorizzate ihttp://it.wikibooks.org/w/index.php?title=C/Lettura_e_scrittura_su_file/File_di_Testo&action=editn modalità testuale, i modo tale da risultare leggibili da un editor di testo. Pertanto le informazioni numeriche dal formato binario con cui sono memorizzate in RAM (per es. in complemento a due per gli interi) si trasformano in odo tale che ogni cifra numerica sia memorizzata secondo la codifica in uso (per es. un byte se codifica ASCII, 2 byte se codifica UNICODE). Quindi il numero intero 12 che occupa 4 byte in formato binario, occuperà 2 byte in codifica ASCII (il primo carattere per la codifica del carattere '1' ed il secondo byte per la codifica del carattere '2').<br>
 
I file di testo possono essere gestiti in modo più semplice attraverso due funzioni: <tt>fgets()</tt> e <tt>fputs()</tt>. Queste permettono rispettivamente di leggere e scrivere un file una riga alla volta, intendendo come riga una porzione di testo che termina con il codice di interruzione di riga ('\n'), secondo l'astrazione usata dal linguaggio.
 
La funzione <tt>fgets()</tt> permette di leggere una riga di testo di una data dimensione massima. Si osservi l'esempio seguente:
<source lang="c">
...
In questo caso, viene letta una riga di testo di una dimensione massima di 99 caratteri, dal file rappresentato dal puntatore fp. Questa riga viene posta all'interno dell'array ca, con l'aggiunta di un carattere \0 finale. Questo fatto spiega il motivo per il quale il secondo parametro corrisponde a 100, mentre la dimensione massima della riga letta è di 99 caratteri. In pratica, l'array di destinazione è sempre una stringa, terminata correttamente.
 
Nello stesso modo funziona <tt>fputs()</tt>, che però richiede solo la stringa e il puntatore del file da scrivere. Dal momento che una stringa contiene già l'informazione della sua lunghezza perché possiede un carattere di conclusione, non è prevista l'indicazione della quantità di elementi da scrivere.
<source lang="c">
...
...
</source>
Seguono i modelli sintattici delle funzioni <tt>fputs()</tt> e <tt>fgets()</tt>, in forma di prototipi di funzione:
<source lang="c">
 
char *fgets (char *stringa, int dimensione_max, FILE *stream);
int fputs (const char *stringa, FILE *stream);
</source>
 
Se l'operazione di lettura riesce, <tt>fgets()</tt> restituisce un puntatore corrispondente alla stessa stringa (cioè l'array di caratteri di destinazione), altrimenti restituisce il puntatore nullo, NULL, per esempio quando è già stata raggiunta la fine del file.
int fputs (const char *stringa, FILE *stream);
 
La funzione <tt>fputs()</tt> permette di scrivere una stringa in un file di testo. La stringa viene scritta senza il codice di terminazione finale, \0, ma anche senza aggiungere il codice di interruzione di riga. Il valore restituito è un valore positivo in caso di successo, altrimenti EOF.
Se l'operazione di lettura riesce, fgets() restituisce un puntatore corrispondente alla stessa stringa (cioè l'array di caratteri di destinazione), altrimenti restituisce il puntatore nullo, NULL, per esempio quando è già stata raggiunta la fine del file.
 
[[Categoria:C|File di testo]]
La funzione fputs() permette di scrivere una stringa in un file di testo. La stringa viene scritta senza il codice di terminazione finale, \0, ma anche senza aggiungere il codice di interruzione di riga. Il valore restituito è un valore positivo in caso di successo, altrimenti EOF.