Utente:Riccardo Rovinetti/Sandbox 12: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: == Introduzione == 180px|right|Formazione del DNA La '''chimica''' è la scienza che studia la struttura e la composizione della materi...)
 
Nessun oggetto della modifica
== Introduzione ==
[[Immagine:Dna-formation.jpg|180px|right|Formazione del DNA]]
La '''[[w:chimica|chimica]]''' è la scienza che studia la struttura e la composizione della materia, le trasformazioni che essa subisce e l'energia coinvolta in tali trasformazioni (o reazioni chimiche). Storicamente viene preceduta dall'[[w:alchimia|alchimia]], praticata dasin popolazionidall'antichità antichee (comerimasta glila Assiro-babilonesi)stessa fino al '800 in Europa, una scienza simile alla chimica che cercavapuntava dia trasformare la materia solitamente per ottenere sostanze miracolose come l'alkahest (il solvente che tutto può sciogliere), la pietra filosofale (in grado di trasformare il piombo in oro) trasformandoe altrel'elisir materiedi lunga vita (che fornisce l'immortalità), con metodiche a metà via tra gli esperimenti scientifici e i riti magici (il simbolismo, il mito e il misticismo sono costantemente presenti nei manuali di alchimia dagli egizi fino al Romanticismo europeo).
 
Pur essendo una pseudoscienza, coloro che praticavano l'alchimia -gli alchimisti- hanno portato avanti lo studio delle sostanze e dei materiali, dai gas ai minerali ed ai metalli, e molti dei metodi, degli strumenti, degli elementi e delle sostanze chimiche più importanti sono state studiate appunto dagli alchimisti molto prima dell'avvento del [[w:Metodo scientifico|metodo scientifico]] di Galileo; ad esempio, l'acido cloridrico, l'alambicco, i nitrati, lo zolfo, l'urea, il mercurio, la saponificazione, la distillazione, le leghe e l'estrazione metallurgica sono stati scoperti da non-scienziati e dagli alchimisti.
L'uomo ha da sempre cercato di trasformare la materia. Si credeva che il soggetto che fosse intenzionato a trasformare la materia, potesse intervenire nella trasformazione con il suo stato di coscienza ed è per questo che l'alchimia non è considerata una scienza; non c'è oggettività e i dati sperimentali, in una scienza, devono essere ripetibili se si ripristinano le condizioni originali.
 
=== Chimica e fisica ===
I primi laboratori di chimica compaiono a fine '700, essi prevedevano un approccio scientifico ossia una descrizione della realtà oggettiva.
 
La differenza tra chimica e fisica è sottile, l'una è parte integrante dell'altra.
Per molti anni ha imperversato una concezione [[w:riduzionismo|riduzionista]] che prevedeva, ad esempio, che il tutto di una cosa è la somma delle sue parti, non prendendo in considerazione l'interazione tra le parti.
Dire che la chimica è lo studio della materia non è esatto, dato che anche la fisica studierebbe lo stesso ambito. Si può dire quindi che la chimica è un campo più ''specifico'' della fisica; spesso le scienze vengono classificate per "dimensione" degli oggetti studiati, e nel nostro caso la chimica si occupa delle proprietà fisiche di oggetti di massa misurabile in [[w:Dalton (unità di misura)|Dalton]] e di dimensioni misurabili in [[w:Armstrong|armstrong]]. A queste caratteristiche corrispondono le cosidette '''specie chimiche''', cioè gli atomi, le molecole e gli ioni. Una piccola eccezione è costituita dalle macromolecole, come le [[w:Proteina|proteine]] ed i [[w:Polimero|polimeri]], molecole pesanti migliaia di dalton e di dimensioni che talvolta sfiorano il micrometro.
 
Per esempio, mediante un approccio sensibile, ossia ciò che percepiamo attraverso i nostri sensi che è diverso dal reale stato delle cose, versando dell'[[w:Elio#Forme|elio liquido]] in un recipiente in terracotta fuoriesce; esso passa attraverso le discontinuità delle pareti mentre l'acqua non riesce a passare. A causa di questo genere di episodi il normale senso comune ci lascia percepire il recipiente come un insieme di parti compatte ed è ciò che percepiamo sensibilmente, ma l'elio liquido dimostra che la natura delle cose è diversa da come la percepiamo.
 
=== Chimica e fisica ===
 
Le leggi fisiche e quantistiche ci servono a spiegare le proprietà intime delle molecole e delle reazioni chimiche, intese come oggetti materiali le cui proprietà possono essere spiegate dalle leggi dei campi elettrici, del moto e dell'energia; per questo chimica e fisica si fondono spesso nei vari argomenti; viaggiano, per così dire "a braccetto".
La chimica e la [[w:fisica|fisica]] sono due scienze che si occupano dello studio della realtà, l'una della realtà microscopica l'altra della realtà macroscopica. Una modificazione fisica della materia (della sua [[w:Fase (chimica)|fase]]) non implica una modificazione chimica (cioè della sostanza di cui la materia è composta).