Chimica organica/Richiami di chimica generale: differenze tra le versioni

m
Nel grafico a destra sull'asse delle x è indicata la distanza (r) tra i nuclei degli atomi A e B, mentre l'asse delle y rappresenta l'energia potenziale del sistema costituito da tali atomi. Quando gli atomi sono così distanti da non interagire (parte destra del grafico), essi sono caratterizzati da una energia potenziale pari alla somma dei due atomi separati, alla quale viene attribuito arbitrariamente il valore di zero. Quando la distanza diminuisce (nel grafico, da destra a sinistra) si stabiliscono tra gli atomi interazioni attrattive e repulsive la cui entità dipende dalla distanza stessa. Con la vicinanza le prime prevalgono sempre più sulle seconde fino ad un minimo, cui fa seguito un nuovo, repentino aumento. La distanza che corrisponde al minimo energetico è la così detta '''distanza''' o '''lunghezza''' di '''legame'''. Tale distanza da dunque informazioni prezione circa la forza delle interazioni di tipo attrattivo rispetto a quelle di tipo repulsivo. In termini puramente qualitativi è dunque lecito attendersi che due atomi legati con doppio legame risultino più vicini all'interno di una molecola rispetto a due legati da un legame semplice. A parità di legami, due nuclei che compaiono nello stesso periodo della tavola periodica si legano con legame più forte, e dunque più corto, rispetto a nuclei di gruppi diversi.
 
Per molte coppie di atomi tale lunghezza è stata calcolata in condizioni standard. In [[w:Distanza_di_legame | questa pagina]] della sezione italiana di wikipedia si trovano alcuni esempi. Per avere informazioni sulla ecnica mediante la quale sia possibile avere informazioni sulle distanza di legame vedere [[w:Diffrazione_dei_raggi_X |questa pagina]] di wikipedia.
 
=== <span ID=OrbitaliMolecolari> Orbitali atomici → molecolari </span>===
1 932

contributi