Latino/Grado superlativo: differenze tra le versioni

Rimuovo "Plus": l'ho spostato nel modulo "Grado comparativo".
m (Ratio et constantia...)
(Rimuovo "Plus": l'ho spostato nel modulo "Grado comparativo".)
'''ECCEZIONE''': Gli aggettivi in -'''''quus''''' formano comparativi e superlativi '''regolarmente''' ('''''antiquus''''': comp. ''antiquior, ius''; sup. ''antiquissimus, -a, -um'').
 
=== Aggettivi con comparativo e superlativo irregolariirregolare ===
Cinque aggettivi formano il comparativo e il superlativo '''in modo del tutto irregolare''', così come il comparativo ([[Latino/Grado_comparativo#Comparativi_irregolari|vedi qui]]):
 
:{| class="wikitable"
! rowspan="1" | Positivo
! colspan="1" | Comparativo
!
! colspan="1" | Superlativo
|-
! ''bonus, -a, -um''
||''melior, melius'' || || ''optimus, -a, -um''
|-
! ''malus, -a, -um''
|| ''peior, peius'' || || ''pessimus, -a, -um''
|-
! ''parvus, -a, -um''
|| ''minor, minus'' || || ''minimus, -a, -um''
|-
! ''magnus, -a, -um''
|| ''maior, maius'' || || ''maximus, -a, -um''
|-
! ''multus, -a, -um''
|| ''plus'' || || ''plurimus, -a, -um''
|}
 
==== ''Plus'' ====
Il comparativo '''''plus''''' (nom., acc.) ha valore quantitativo e regge quindi il '''genitivo partitivo''' (ad es. ''plus pulchritudinis'': «più (di) bellezza»); al genitivo ('''''pluris''''') invece assume il valore di '''complemento di stima/prezzo''' (''pluris aestimo Caesarem'': «stimo di più Cesare»); al plurale, poi, assume il significato aggettivale di «molti», «numerosi».
 
Declinazione di ''plus'':
 
:{| class="wikitable"
|-
! Caso
! Singolare (sostantivo)</br>
<small>''neutro''</small>
! Plurale (aggettivo)</br>
<small>''m./f., n.''</small>
|-
! Nominativo
| ''plus''
| ''plures'', ''plura''
|-
! Genitivo
| ''pluris''
| ''plurium''
|-
! Dativo
| -
| ''pluribus''
|-
! Accusativo
| ''plus''
| ''plures'', ''plura''
|-
! Vocativo
| -
| ''plures'', ''plura''
|-
! Ablativo
| -
| ''pluribus''
|}