Differenze tra le versioni di "Armi avanzate della Seconda Guerra Mondiale/Appendice 6"

m
Annullate le modifiche di 93.144.154.47 (discussione), riportata alla versione precedente di FrescoBot
m (Annullate le modifiche di 93.144.154.47 (discussione), riportata alla versione precedente di FrescoBot)
==Armi contraerei leggere e medie==
 
===Francia===
il cazzo si infila nella fregna e esce la sbora 1)ciucciare il pisello 2)infilare il cazzo nella fregna 3) fare uscire la sbora.
 
e quando avevano tempo si facevano le pippe seghe e il cazzo diventava lungo 20cm e questo è quello che so degli avanzi delle armi della seconda guerra mondiale capito teste de cazzo e de minchia
'''13,2/76 mm Model 29''':
*Anno progettazione: 1930
*Entrata in servizio: 1935
*Lunghezza: ?
*Peso: ?
*Peso proiettile: 51 gr
*V.iniziale: 800 m.sec
*Gittata: 7.200 m max, 4,2 km a.a. (teorici, più probabilmente 1,5 km)
*Cadenza di tiro: 450 c.min, 200 pratici
*Peso affusto:
 
La mitragliatrice Hotchkiss, con la sua caratteristica canna rivestita di anelli (per aumentarne la superficie e quindi la capacità di scambio del calore con l'esterno) è sia la principale equivalente europea alla M2 Browning, sia la principale risorsa per la difesa ravvicinata delle navi francesi degli anni '30, come del resto lo era anche per la RM visto che tali armi sono state costruite su licenza dalla Breda. Le installazioni erano binate o quadrinate ad azionamento manuale (fino a +90°), raffreddate ad aria, e con caricatori da 30 colpi.
 
 
 
'''37/54 mm Model 1928 e 1933''':
*Anno progettazione: 1933
*Entrata in servizio: 1936
*Lunghezza:
*Peso: 300 kg
*Peso proiettile: 725 gr
*V.iniziale: 850 m.sec (propellente 0,21 kg)
*Gittata: 7.200 m max
*Cadenza di tiro: 30-42 c.min teorica.
*Peso affusto:
 
Armi di tipo semi-automatico, per giunta caricate a mano, come se fossero dei cannoni controcarri. Difficile capire come, dopo che i primi cannoni automatici erano già disponibili, tedeschi e francesi avessero tali armi a bordo delle navi. Nel caso dei Tedeschi peraltro funzionavano piuttosto bene, meno nel caso delle unità francesi i cui cannoni erano di potenza assai inferiore. L'alzo dei pezzi era di 80 gradi al massimo, esistevano affusti M1925 singoli e M1933 binati. Non c'erano mai più di 12 cannoni per le navi francesi, che quindi si candidavano piuttosto seriamente alla peggior difesa aerea delle maggiori marine europee.
 
 
 
'''37/48 mm Model 1935''':
*Anno progettazione: 1933
*Entrata in servizio: 1936
*Lunghezza:
*Peso:
*Peso proiettile: 830 gr
*V.iniziale: 825 m.sec (propellente 0,21 kg)
*Gittata: 8.000 m max
*Cadenza di tiro: 172 c.min teorica.
*Peso affusto:
 
Il Mod 1933 era solo semiautomatico e così non consentiva una grande potenza di fuoco, certamente un handicap contro i veloci aerei degli anni '40. Il Model 1935 era automatico, ma solo pochi prototipi erano pronti all'epoca della resa francese, uno dei quali usato con efficacia da una nave di scorta durante l'evacuazione di Dunquerke. Questi cannoni avevano dei caricatori da 6 colpi, cosa tipica per il calibro 37 mm. Era previsto l'imbarco anche sulle corazzate moderne e gli incrociatori. Apparentemente questo tozzo cannone era la versione del non troppo efficace pezzo da 37 dell'esercito. Erano previsti sia impianti binati che quadrinati, con alzo -10/+85°.
 
 
'''Cannone da 25/60 mm''':
*Anno progettazione:
*Entrata in servizio:
*Lunghezza:
*Peso:
*Peso proiettile: 0,29 kg
*V.iniziale: 900 m.sec
*Gittata: 3 km a.a.
*Cadenza di tiro:
*Peso affusto:
 
Cannone sperimentale al tempo della caduta della Francia, c'era almeno un impianto binato imbarcato su di una nave francese.
 
'''90 mm Model 1926''':
*Anno progettazione:
*Entrata in servizio:
*Lunghezza:
*Peso:
*Peso proiettile:
*V.iniziale: 850 m.sec
*Gittata: 15 km
*Cadenza di tiro: 12-15 c.min
*Peso affusto:
 
Ottima arma, specie considerando la sua epoca, usata più che altro con gli incrociatori leggeri in funzione di difesa antiaerea a medio raggio.
 
 
'''75/50 mm Model 22, 1924, 1927''':
*Anno progettazione: 1930
*Entrata in servizio: 1935
*Lunghezza: 50 cal
*Peso: 1,07 t
*Peso proiettile: 5,93 kg + 6 kg cartuccia, totale 12 kg
*V.iniziale: 850 m.sec (propellente 2,18 kg)
*Gittata: 14.100 m, a.a. 8 km
*Cadenza di tiro: 8-15 c.min
*Peso affusto:
 
Arma adattata per il tiro antiaereo, piuttosto obsoleta, usata su navi come la Bearn, Bretagne e altre ancora. I 'Duguay-Touin' ne avevano 4, con un totale di 90 colpi d'addestramento, 120 illuminanti, 540 HE. I 'Suffren', 'Dunquesne', 'Bretagne' ne avevano 8, la Bearn 6. Armi che erano a tutti gli effetti, nonostante una buona potenza, bisognose di essere sostituite con qualcosa di più moderno.
 
 
'''90/50 mm Model 1926''':
*Anno progettazione: 1926
*Entrata in servizio: 1935
*Lunghezza: 50 cal
*Peso: 1,07 t
*Peso proiettile: 9,51 kg + 6 kg cartuccia, totale 18 kg
*V.iniziale: 850 m.sec (propellente 3,1 kg)
*Gittata: 15.400 m, a.a. 10.600 m a 80°
*Cadenza di tiro: 12-15 c.min
*Peso affusto:
 
Si trattava di una valida arma contraerei per rimpiazzare il pezzo da 75 mm, sopratutto per il suo tempo, usata sugli incrociatori Suffren (8 impianti singoli Mod 1926), Bertin, 'La Galissonnière' (4 binati Mod 1930), 'De Grasse' (3 idem, non completati in tempo per l'invasione) e altri tipi minori, vennero anche adattati alla incompleta Jean Bart (5 Mod 1930). Rispetto ai successivi '90' aveva un proiettile leggermente meno potente e pesante, ma per l'epoca era certamente all'avanguardia e rimase una buona arma anche dopo.
 
===Germania===
23

contributi