Prontuario di diritto romano/I soggetti e le persone: differenze tra le versioni

Era ''sui iuris'' il ''paterfamilias'', incarnazione dell'autorità, assoluto ''dominus'' della propria casa, con poteri pressoché illimitati sui figli, familiari e schiavi.</br>
Nel diritto classico si formò una terza categoria di persone quelle ''in causa mancipi'', cioè quelli che erano stati trasferiti ad altri soggetti a titolo di proprietà, in posizione quasi servile, per aver commesso delitti o a garanzia di obbligazioni assunte.</br>
I poteri che esercitava il pater familias erano: la ''manus maritalis'' sulla uxor, la ''patria potestas'' sui filii, la ''dominica potestas'' sugli schiavi, il ''dominium ex iure quiritiumQuiritium'' sulle res.
La perdita dello ''status familiae'' (ad esempio per volontà di un ''sui iuris'' di farsi adottare, con perdita del suo stato di ''paterfamilias'') costituiva una ''capitis diminutio minima''.
 
Utente anonimo