Differenze tra le versioni di "Java/Operatori"

1 731 byte aggiunti ,  10 anni fa
incollo testo interamente scritto da me, dalla pagina Java/Variabili locali
(incollo testo interamente scritto da me, dalla pagina Java/Variabili locali)
{{Titolo errato|Java/Espressioni}}
{{Java/Prima parte}}
 
==Definizione Espressioni ==
Un'espressione è una scrittura nel codice sorgente del programma che, a tempo di esecuzione, identificherà un valore di un certo tipo. Una variabile ''contiene'' un valore, mentre una espressione ''restituisce'' un certo valore come risultato di un calcolo.
 
Le espressioni sono costituite da elementi componibili, che possono essere combinati un numero di volte arbitrario, a patto di rispettarne la sintassi. Alcuni rappresentano a loro volta delle espressioni, altri ne combinano due o più secondo delle regole ben precise.<br/>
Ad esempio, i valori letterali <tt>3</tt> e <tt>5</tt> rappresentano, a tempo di esecuzione, i rispettivi numeri interi, e possono essere usati come espressioni numeriche; ma possono anche essere combinati, tramite l'operatore di somma, per formare una nuova espressione, come <tt>3 + 5</tt>.
 
Quindi, una espressione può essere vista come una struttura ad albero, in cui ogni elemento è un nodo terminale o una combinazione di altri elementi.
 
=== Elementi sintattici ===
Gli elementi che compongono una espressione sono
*[[#Valori letterali|valori letterali]]
*[[Java/Operatori|operatori]]: confrontano due o tre espressioni e restituiscpno un risultato in base a queste
*[[Java/Metodi|invocazioni di metodi]]
*letture e scritture di [[Java/Variabili locali|variabili locali]], campi o [[Java/Array|celle di array]]
*coppie di parentesi tonde che racchiudono una espressione (a volte utili per garantire o evidenziare la precedenza tra gli operatori)
*...
 
=== Valori letterali ===
Un ''valore letterale'' è uno dei seguenti:
*<tt>null</tt>
*<tt>true</tt> e <tt>false</tt>
*un valore letterale stringa
*un ''class literal''
 
 
==Operatori - Definizione==
Classifichiamo gli operatori in tre categorie a seconda del numero di [[w:operandi|operandi]]: unari (uno), binari (due) e ternari (tre). Cominciamo da quelli binari, i più comuni.