Differenze tra le versioni di "Java/Classi e oggetti"

m
 
==Sintassi==
La classe ha lo scopo di delineare le proprietà e le caratteristiche degli elementi che ci servono. Questi elementi possono poi essere creati realmente (''istanziati'') e diventano così “oggetti”: le istanze della classe sono gli oggetti.
La classe è un po' come un modello di qualcosa e l'oggetto è questo qualcosa realizzato concretamente. Gli elementi che compongono la classe possono essere: tipi primitivi, metodi, costruttori, oggetti di altre classi, classi stesse. Questi elementi sono tutti racchiusi in un contenitore (la classe) “class”. Vi è quindi la classe e gli oggetti: sono due cose diverse. Grazie all'esistenza delle classi possiamo creare gli oggetti. Gli oggetti sono allocati in memoria dalla JVM.
 
Per esempio, ''Mario'' è un'istanza della classe ''Dipendente'', ossia un oggetto di tipo Dipendente.
 
Per creare una classe devo usare la parola chiave <tt>class</tt> con questa sintassi:
<source lang="Java">
public class Esempio {
/*
variabili e costanti...
metodi e costruttori...
cicli e controlli di flusso...
oggetti di classi e classi stesse...
*/
}
 
</source>
 
la classe Dipendente potrebbe essere
 
 
<source lang=java>
public class Dipendente {
public int stipendio;
public String valuta;
public String nome, cognome;
public void promuovi() {
//promuovo il dipendente aumentando del 10% lo stipendio
this.stipendio=this.stipendio*(1.1);
}
}
</source>
 
Si noti che dentro la classe abbiamo definito delle variabili che rappresentano le caratteristiche (dette '''attributi''') di un dipendente.
 
Si riporta l'esempio funzionante del capitolo "[[java/Primo_programma|Primo programma]]" della classe HelloWorld: