Giochi con carta e penna/Master Mind: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  16 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Bisogna decidere anticipatamente di quante cifre deve essere composto ogni numero, ed anche se questo possa contenere cifre ripetute e se possa cominciare con uno più zeri.
Ogni giocatore divide il foglio di gioco in due colonne. Su una di esse, poniamo ad esempio la sinistra, segna il proprio numero segreto e sotto di esso i numeri chiamati dall'avversario. Sull'altra colonna, nel nostro esempio la destra, segna i numeri che egli stesso comunica all'avversario nel tentativo di azzeccarne la combinazione segreta.
I due giocatori, a turno, comunicano all'avversario una serie di cifre. Quando il giocatore A dice un numero, il giocatore B lo segna in colonna sotto alil suo numero segreto e acomunica ad A il punteggio ottenuto, quindi entrambi segnano tale punteggio affianco al numero appena comunicato. Nel nostro esempio A segna numero e punteggio nella colonna di destra e B in quella di sinistra.
Il punteggio si compone di due tipi di punti, da alcuni chiamati strike e spare come nel boowling, oppure stars e balls, ovvero, come in questo articolo, "quadrati" e "cerchi" che sono segnati sul foglio di gioco proprio con dei quadratini e con dei cerchietti.
In pratica si ottiene un punto se nel numero chiamato c'è una cifra che è presente nel numero segreto. Si ha un quadrato se la cifra indovinata occupa precisamente la stessa posizione, mentre si ha un cerchio se la cifra è presente nel numero segreto, ma in una posizione diversa.
Utente anonimo