Differenze tra le versioni di "Libro di cucina/Ricette/Acqua d'orcio"

nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: L' '''Acqua d'Orcio''', detta anche ''Acqua d'orzo'' è una dissetante bevanda alla liquirizia, che in passato veniva anche preparata con l'orzo. Questa è senza...)
 
 
==Storia==
L'Acqua d'Orcio è in uso a [[Reggio Emilia]] sin dal Quattrocento, quando il [[governatore]] Ippolito Malaguzzi (nonno di [[Ludovico Ariosto]]) nel 1412 ne autorizzo la venditàvendita nella Piazza Maggiore (ora [[Piazza del Duomo (Reggio Emilia)|Piazza del Duomo]]).
Il monopolio della vendita era di un chioschetto nella Piazza, ora non più presente; si può consumare questa bevanda solo il alcuni [[bar]] del centro città.
 
==Ricetta==
 
Ingredienti: radici di [[liquerizialiquirizia]], estratto di liquerizialiquirizia, semi di [[finocchio]], buccia di [[arancia]], [[acqua]].
 
Preparazione: macerare in abbondante acqua le radici di liquerizialiquirizia, quindi bollire nell'acqua, con l'estratto di liquerizialiquirizia, i semi di finocchio e la buccia di arancia ben ripulita. Lasciare bollire abbastanza a lungo, fare raffredareraffreddare e poi filtrare. Il prodotto ottenuto si allunga con acqua fresca in proporzione uno a dieci. Bere fredda.
 
==Bevande simili in altri contesti culturali==
Nel mondo [[Arabi|arabo]] una bevanda, in tutto e per tutto simile, è chiamata ''sūs'' ed è normalmente venduta da persone che indossano un vestito sgargiante, con un tipico copricapo a forma di sombrero e ricco di piccoli sonagli sul bordo della tesa, utile a richiamare l'attenzione degli eventuali avventori.
 
 
11

contributi