Differenze tra le versioni di "Piemontese/Letteratura"

m
(Nuova pagina: Il Piemontese è una lingua neolatina occidentale parlata in Piemonte. La prima testimonianza della formazione del volgare piemontese è ritrovata nella Chiesa di Santa Maria Maggiore...)
 
m (added Category:Piemontese using HotCat)
 
Nel Settecento il piemontese è la lingua ufficiale del regno dei Savoia: a corte si parla piemontese, nelle chiese i preti predicano in piemontese e il piemontese viene insegnato prima del latino, dell'italiano e del francese in alcune scuole e a tutti i cortigiani. A tale proposito Maurissi Pipin nel 1783 teorizza la lingua piemontese e ne scrive una grammatica, pronta per l'uso scolastico. La letteratura viene anche usata per incentivare il sentimento nazionale: vengono quindi scritti componimneti poetici su argomenti di guerra per esaltare le gesta dell'esercito piemontese che resisteva alle pressioni dei francesi. Trattano altri temi più divertenti Ignassi Isler nel suo "Cansoniè", raccolta di 54 tòni e Vitòrio Amedé Borrelli nei suoi sonetti e tòni. Giusep Antònio Ignassi Aventura scrive composizioni di critica alla società contenenti idee rivoluzionarie, così come Edoard Ignassi Calvo. Anche il celebre Vittorio Alfieri ha scritto due sonetti in un piemontese molto influenzato dal francese e dall'italiano.
[[Categoria:Piemontese|Letteratura]]