Russo/Lezione 2: differenze tra le versioni

 
Il russo è una lingua che ha varie regole fonetiche, molte, ma molto rigide. In questa lezione verranno affrontate le regole fonetiche che caratterizzano la lingua russa.
 
Come in molte lingue, anche in quella russa l'accento tonico può cadere in varie parti della parola, ma non viene mai scritto. È anzi un segno che i Russi non conoscono. Viene usato solo ad uso degli stranieri.
 
In molti libri di grammatica russa infatti, le parole con più di una sillaba avranno la vocale ''forzata'' segnata con un accento (p.e. ви́за—visa). Si noti che questi accenti '''non''' sono parte del linguaggio, ma vengono usati solo per chi intraprende lo studio di questa lingua.
Sempre riguardo gli accenti, è da notare che l'accento possa cambiare anche dal singolare al plurale come nel caso della parola глаз ("occhio"):
 
* singolare: глаз "glàs", plurale: глазa "glasà".
 
Un piccolo aiuto per accentare correttamente le parole ci viene dallo "Ё/ё" che è sempre accentato, quindi l'accento può essere omesso anche nelle primissime lezioni.
 
 
==Vocali==
 
Ё/ё, scritta così solo per chi impara il russo, i russi spesso scrivono semplicemente Е/е.
 
Come si può vedere la posizione dell'accento cambia fortemente la pronuncia di una parola.
 
 
443

contributi