Differenze tra le versioni di "Esperanto/Alfabeto e pronuncia"

aggiustamenti
(aggiustamenti)
 
==L'alfabeto==
L'alfabeto dell'esperanto è composto da 28 lettere. La pronuncia (come vedremo in seguito) è costante per ogni lettera (ad ogni suono una lettera, ad ogni lettera un suono). Il nome di ogni vocale è dato dal suono della vocale stessa (come in italiano); il nome di ogni consonante (comprese le semivocali ''ŭ'' e ''j'') è data dal suono della consonante seguita da una ''o'' (il motivo della ''o'' è che questa è la desinenza dei nomi, ma per adesso non è importante). Ecco tutte le lettere dell'alfabeto dell'esperanto (chiamato ''aboco'', dal nome delle prime tre lettere).
 
{| {{prettytable}}
 
==La scrittura delle lettere speciali al computer==
Un problema pratico per gli esperantisti che devono scrivere al computer è quello di scrivere le lettere tipiche dell'esperanto. Si può impostare la tastiera (se il sistema lo permette), o ricorrere allo scomodo copia-incolla. Un'altra soluzione è quella di sacrificare la biunivocità suono-lettera, e scrivere le lettere speciali senza cappellino ma seguiti da un'altra lettera, in genere la "h" o la "x". Qualcuno preferisce la "h" perché è esteticamente migliore, altri la "x" perché non compare nell'abocoalfabeto (in cui invece la "h" indica aspirazione). In parole povere si può trovare scritto, o si può essere nella condizione di dover scrivere:
 
* ''"cx"'' o ''"ch"'' al posto di "ĉ"
 
===Accento===
L'accento dell'esperanto come detto, tranne ovviamente nei monosillabi, cade '''sempre''' sulla penultima sillaba, che in esperanto corrisponde sempre alla penultima vocale (vedi sopra la differenza tra vocale e semivocale). Per abituarsi a ciò -Siccome alcune parole suonano "strane" all'inizio, -per abituarsi ecco delle parole, questa volta in esperanto con la pronuncia in italiano e con gli accenti segnati (ricorda che la ''C'' dell'esperanto si legge come la Z italiana in Lucrezia):
 
<TR>
1 586

contributi