Filosofia del diritto: differenze tra le versioni

m
Nessun oggetto della modifica
 
'''Elementi della regola''':
* Descrizione fattuale di un comportamento
* qualificazione di un comportamento attraverso le tre modalità deontiche (comandato, vietato, permesso)
* Giustificazione della regola attraverso la ragione.
La regola giuridica si distingue dalle altre regole:
* per l’origine, ovvero la fonte che la origina, che ne sancisce la validità o meno
* per i destinatari; infatti l’impresa del diritto è di far convivere estranei, in una visione sempre più vasta e cosmopolita.
* per la struttura formale della legge come regola generale(rivolta a categorie di persone) e astratta (il comportamento previsto deve essere la fattispecie astratta, e non un singolo comportamento). Alcuni adducono motivazioni di tipo pragmatico che oscurano il principio di difesa del diritto, attraverso l’obbiettività del sovrano che deve legiferare seguendo il principio di legalità.
La regola giuridica non ha un unico modello; infatti spesso articoli della costituzione esprimono principi anche senza la fattispecie, ovvero hanno una struttura formale diversa (più che altro sono indirizzi). Stessa cosa valga per le clausole nel diritto privato.
Inoltre, ogni regola giuridica ha un fattore ineliminabile d’indeterminazione, poiché il legislatore quando opera ha in mente determinati comportamenti; quando se ne presentano di simili, è compito del giudice interpretare la norma, avvalendosi di discrezionalità (ciò garantisce una certa flessibilità).
44

contributi