Differenze tra le versioni di "Elezioni in Italia/Esempio/Politiche"

 
{{Elezioni in Italia}}
 
Dopo aver visto più o meno come funziona il sistema elettorale italiano, vediamo un esempio dell'assegnazione dei seggi in entrambe le camereCamere utilizzando una serie di partiti fantastici.
 
La situazione della ''nostra Italia'' è molto semplice: si hanno soltanto quattro partiti (A, B, C e D) che si contendono i seggi. A e B sono in coalizione, mentre C e D corrono separatamente. Si deve notare che nella ''nostra Italia'' non ci sono minoranze linguistiche che darebbero diritto ad una diversa assegnazione dei seggi.
 
Non si hanno schede contestate o bianche e sono già stati assegnati i seggi della circoscrizione estero in questo modo:
|}
Si procede all'assegnazione degli altri seggi. In E ed in F il premio di maggioranza è inutile perché le percentuali raggiunte dai partiti vincitori sono più alte del 55% previsto.
Ad A e B vanno dunque rispettivamente il 7069% ed il 90% dei senatori di E ed F (l'arrotondamento è stato possibile perché i partiti in rimasti nella regione erano solo 2).
 
G ha una situazione più variegata. C detiene la maggioranza relativa, dunque ha diritto al 55% dei senatori. Si rimane dunque con la situazione:
|75
|50
|8483
|1
|6
1 649

contributi