Esperanto/Coniugazione composta: differenze tra le versioni

==I participi e la coniugazione composta==
In esperanto ci sono i participi, degli aggettivi derivati dai verbi (e come tali finiscono per "-a") che si distinguono in '''presenti''', '''passati''', '''futuri''' in base al tempo, o in '''attivi''' (se compiono l'azione), e '''passivi''' (se subiscono l'azione).<br>
Usando i tempi indicati in precedenza si dovrebbe essere in grado di esprimere tutto o quasi. Tuttavia, qualora se ne avesse la necessità, si possono formare anche dei tempi composti usando il verbo ''esti'' (essere) combinato con i participi. ''Esti'' è l'unico verbo ausiliario, poiché indica quale '''è, era, sarà, sarebbe...''' lo stato presente, passato o futuro del soggetto, che è appunto dato dai pariticipiparticipi, aggettivi in tutto e per tutto. Si noti come nei participi il tempo si distingue dallemediante le stesse vocali (i, a, o) che differenziano i tempi dell'indicativo.
 
===Participi attivi===
Il participio attivo si forma con i suffissi: '''-ant-''' (presente), '''-int-''' (passato), '''-ont-''' (futuro) ai quali si aggiunge la desinenza '''-a''', per indicare che essi si comportano come aggettivi. Indica che l'azione è compiuta dal soggetto, che '''al tempo indicato dall'ausiliario, si trova in uno dei seguenti stati''':
 
* ''Manĝ'''ant'''a'' = che mangia, mangiante
* ''Manĝ'''int'''a'' = che ha mangiato
* ''Manĝ'''ont'''a'' = che mangerà
 
===Participi passivi===
Il participio passivo si forma con i suffissi: '''-at-''' (presente), '''-it-''' (passato), '''-ot-''' (futuro) ai quali si aggiunge la desinenza '''-a''', per indicare che essi si comportano come aggettivi. Indica che l'azione è subita passivamente dal soggetto, che '''al tempo indicato dall'ausiliario, si trova in uno dei seguenti stati''':
 
* ''Manĝ'''at'''a'' = (che è) '''mangiato'''
* ''Manĝ'''it'''a'' = (che è) '''stato mangiato'''
* ''Manĝ'''ot'''a'' = che '''sarà mangiato'''
 
===Premessa prima di vedere i tempi composti===
16

contributi