Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-10: differenze tra le versioni

m
Bot: accenti
mNessun oggetto della modifica
m (Bot: accenti)
Chiaramente la RAF tentava almeno di conservare le tradizioni, in genere, a parte il No.617, la conservazione degli squadroni storici significava le unità con numeri bassi, ovviamente le prime ad essere state formate. Ma non era un fatto di soli aerei e mezzi, la 'razionalizzazione' significava anche la riduzione del personale: nel 1991 c'erano 88.000 persone in servizio, nel 1995 sarebbero calate sensibilmente, a 75.000, anche se non si può parlare ancora di un tracollo; tra le razionalizzazioni previste c'era anche la concentrazione di tutti e quattro gli squadroni di Tornado IDS della RAF Germany, nella sola base di Bruggen, chiaramente irrazionale (un facile bersaglio) nell'ottica della Guerra fredda, ma non più negli anni '90, quando l'economia d'esercizio delle grandi basi aeree non era certo un fattore secondario. Inoltre, tre squadroni del RAF Regiment (per la difesa delle basi) sarebbero stati conseguentemente sciolti, visto che c'era una minaccia minore e che c'erano meno infrastrutture da controllare. Già nel luglio 1991 vennero radiati i vecchi ma ancora efficaci (l'ultima esercitazione a tiro, condotta in maniera più che soddisfacente, era avvenuta nel 1990) missili a lungo raggio Bloodhound, il che significa che praticamente l'unica difesa aerea sarebbe stata assicurata dai Tornado ADV, forse per la prima volta dalla costituzione della RAF un solo 'elemento' avrebbe avuto tutta la responsabilità della difesa dell'arcipelago.
 
Tra le altre novità, la sostituzione dei GR Mk.3 con gli Mk.7, e la sostituzione delle WE-177B con armi 'stand -off' per il lancio a distanza, un po' come i missili ASMP dei Mirage 2000N, che erano inferiori come piattaforma ai Tornado, ma che potevano attaccare anche da 250 km di distanza, superando molte delle peggiori difese aeree nemiche (basti pensare a questo proposito ai Super Etendard alle Falklands, o anche ai B-52 con i missili 'cruise', comparati ai B-1B costretti a 'penetrare' le difese fin sulla loro verticale).
 
La difesa del Regno Unito era nel frattempo calata, in termini di PIL, dal 4,1% del 1990 al 3,4% del 1995, stando alle previsioni del 1991. Dato che le radiazioni di numerose linee di volo e infrastrutture lo permettevano, nonostante gli ammodernamenti (vedi le lezioni di Desert Storm, specie quanto a sensori e armi stand-off), il risparmio ci sarebbe stato. Radiare in pochi anni gli ultimi quattro squadroni di F-4 Phantom e i due di Buccaneer, più quello di Victor, lasciava la difesa dello spazio aereo nazionale a sette squadroni di Tornado ADV, ma la RAF restava sopratutto una forza offensiva, con una forte 'trazione anteriore' basata sopratutto sui Tornado ADV. L'assenza di un caccia da difesa aerea e duello aereo valido sarebbe stata colmata dall'EFA (poi EF-2000A), e anche per questo, gli investimenti erano ancora ingenti per il futuro, nonostante la riduzione dei reparti e delle basi, anche sacrificando dolorosamente delle tradizioni e delle realtà (anche a livello sociale ed economico), che del resto in un'Europa unificata e 'pacificata' non avevano più molto senso (vedi la RAF Germany).
3 150

contributi