Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo"

m
Bot: accenti
m (Bot: accenti)
 
----
Aggiorno l'introduzione del libro con una nuova 'svolta'. Per una serie di motivi il database di quest'opera è cresciuto molto (pensate che all'inizio credevo di cavarmela con un paio di MB), e sopratutto, sta crescendo con un'attenzione sempre più spostata sulle armi che sulle F.A. vere e proprie. Il che, quando c'é da fare descrizioni dettagliate, non è più soddisfacente, perché oltre i 15-20 kb l'impatto di un singolo sistema d'arma diventa un po' troppo grande, specie in pagine che ne hanno più tipi e modelli esposti. Quindi, diventa destabilizzante per la struttura e la lunghezza della pagina, un po' troppo lungo per chi cerca solo informazioni sulle forze armate vere e proprie, che per chi vuole trovarne di un tipo e non di un altro. Pensate poi, che alcuni tipi, ancora da pubblicare, sono cresciuti così tanto che da soli valgono una grossa pagina wiki (e la meritano, per esempio l'F-86 Sabre). Dopo varie consultazioni private con altri utenti e una lunga riflessione, la considerazione migliore che ne è venuta, è che bisogna 'splittare' le parti più sofisticate e complesse, in pagine che siano tutte loro, e facilmente linkabili se le si userà per 'aggregazione', come parte di altri libri che ne potrebbero avere bisogno, senza fare così duplicazioni ma semplici link. Così i libri sulle F.A. saranno 'deflazionati' con lo spostamento di vario materiale, redirect e così via. Ma, sia ben chiaro, senza che questo debba interferire con l'importanza delle singole armi sulle F.A., per cui le informazioni specifiche per ognuna di esse saranno sempre conservate. Per esempio, l'MB.326 è un aereo molto diffuso, ma non ha senso toglierlo dai singoli utenti: molto meglio fare una pagina dedicata a questo, con sommari richiami ai singoli utilizzatori, e approfondire sulle pagine delle F.A. utenti quest'impiego. Non c'é un modo facile e universale per risolvere questo dilemma: stabilire dove inizi la parte 'Forze armate', dove la parte tecnologica e dove quella storica (guerre e conflitti) è pressoché impossibile, essendo esse estremamente intrecciate tra di esse. Per questo, su questi argomenti, gli scrittori professionisti hanno scritto centinaia, se non migliaia di libri e ancora non hanno esaurito le possibilità di sviluppo. Così, tanto vale tenere in conto che il libro (anzi, la collana di libri) sulle F.A. non potrebbe mai contenere tutte le informazioni necessarie da solo, e se sì, solo a prezzo di un gigantismo che lo renda più disagevole che agevole. Ecco perché comincio a 'splittare' le parti più tecnologiche, e in futuro, farò lo stesso con i conflitti come il Vietnam. Così avremo tecnologie, F.A. e conflitti, proprio la trivalenza che ci serve per osservare tutti i lati del problema. Infine, ci si potrebbe chiedere cosa distinguerà la pagina, poniamo, dell'F-104 di wikipedia da quella di wikibooks. A parte che è ammessa l'importazione da una wiki ad un'altra, di fatto saranno pagine totalmente diverse tra di loro, scritte con stili diversi (librario anziché enciclopedico), struttura diversa, fonti diverse e così via. Per cui, pur parlando dello stesso argomento, non saranno affatto doppioni. Lo stesso si potrebbe dire, per esempio, del B-52. Qui su 'books, la sua pagina è più piccola di quella di 'pedia (cresciuta ultimamente in maniera impressionante), ma nondimeno, qui vi sono numerose informazioni che là non compaiono.
 
 
3 150

contributi