Differenze tra le versioni di "I promessi sposi/Analisi del capitolo 12"

nessun oggetto della modifica
{{i promessi sposi}}
Nel dodicesimo capitolo ritorna la carestia, che ormai non è più solo sullo sfondo ma è la causa principale dei tumulti di Milano nei quali [[I promessi sposi/Renzo|Renzo]] viene coinvolto e oggetto delle riflessioni del Manzoni. Il capitolo è così strutturato in due parti: la prima riguarda le cause storico-sociali della carestia e i provvedimenti presi dai governatori locali per fare fronte all'emergenza; la seconda riguarda le vicende di Renzo coinvolto nel tumulto e l'assalto al cosiddetto "''Forno delle Grucce''".
ke merda sto libro
 
Come fa in altre situazioni, Manzoni analizza lucidamente le situazioni, presentando:
# L''''esame dei fatti'''. Manzoni spiega che le cause della [[I promessi sposi/Carestia|carestia]] siano da ricercarsi sia da fenomeni naturali (la ''contrarietà delle stagioni'') sia dall'operato dell'uomo: lo sperperio e la miseria provocati dalla guerra, l'inettitudine dei governanti.
Utente anonimo