Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Malaysia"

m (categorizzo)
 
15 classe Gagah, 5 'Ramunia', 2 'Nusa', 15 'Sipadan', 2 'Rhu', 10 'Pengawal', 1 Peninjau', 5 'Pelindung', 5 'Semilang', 2 'Penylamat', 1 'Pengaman', 38 'Kilat' e 4 'Malawali', 2 'Langkawi', nave addestrativa Merlin, velivoli vari.
 
 
 
Le Forze speciali della Marina sono i '''PASKAL''', ovvero Pasukan Khas Laut (Forze speciali navali), normalmente incaricati in tempo di pace di missioni anti-dirottamento e protezione delle piattaforme offshore. In tempo di guerra diventano un ben più temibile reparto d'infiltrazione via mare e aerea, un pò come i SEAL americani. Dal 15 aprile 2009 sono noti come KD Panglima Hitam, ricordando i guerrieri coraggiosi del sultanato di Malaya.
 
Attivati dal 1 ottobre 1980, sono due squadroni con QG a Lumut, nel Perka, e altre basi come Semporna, a Sabah. Non si sa quanti siano, ma si presume che possano arrivare a circa mille effettivi in due unità, basate a Lumut e a Semporna, oltre che una compagnia a Teluk Sepanggar dove è in allestimento un centro addestrativo. Operativamente è organizzata in diversi squadroni di almeno 3 compagnie, la più piccola unità è il plotone con 7 elementi. In ciascuno squadrone vi sono vari elementi specializzati e un team di 'intelligence' è anche presente.
 
La storia del PASKAL inizia già nel '75, quando l'unità non esisteva, ma la Marina espresse il suo interesse per un reggimento addestrato per la guerra marittima moderna, sopratutto in compiti di protezione delle basi navali e delle altre importanti infrastrutture, tra cui la base principale nota allora come KD Malaya. Inizialmente c'erano 30 soldati ufficiali mandati al Centro addestramento dell'Esercito per la guerra non convenzionale (Pusat Latihan Peperangan Khas) a Sg Udang, e vennero anche aiutati dagli ex-nemici, gli Indonesiani del KOPASKA, nonché da britannici e americani (SEAL).
 
Tra i compiti della nuova unità, la protezione delle isole contese (le Spratly), delle oltre 30 piattaforme offshore e anti-pirateria, ma in caso di guerra vi sarebbero anche attacchi ai porti, ricognizioni, penetrazioni nelle basi e nei territori, demolizioni subacquee (ponti, navi) ecc. Un'unità molto pericolosa, quindi, capace di muoversi in mare e con elicotteri.
 
L'addestramento, tre mesi, è a Lumut. Tutti i partecipanti devono essere più giovani di 30 anni e con buona salute, poi vengono mandati al centro di Sungai Udang per addestramento paracadutista e infine vi sono i corsi specializzati, incluso quello medico, comunicazioni, esplosivi ecc. I soldati devono essere in grado di eseguire ogni tre mesi dei test fisici abbastanza impegnativi, specie considerando il caldo umido della zona: per chi ha meno di 24 anni è richiesta la corsa di 7,8 km in meno di 24 minuti, una prestazione da atleta, visto che significa almeno 20 kmh di velocità media; 1,5 km nuotati in meno di 25 minuti in una piscina, 6,4 km nuotati in mare aperto con la dotazione di missione, in meno di 120 minuti, 1,5 km in stile libero in meno di 31 minuti, missioni parà diurne e notturne, sopravvivenza in mare anche con mani e piedi legati, immersioni fino ad almeno 7 metri. Poi vi sono i vari corsi di addestramento, da quello di preselezione, a quello parà, combattimento subacqueo, e cc. ecc. I corsi avanzati sono vari, dalle missioni di infiltrazione, alle tecniche HALO-HAHO, combattimento anche senza armi (Taekwondo), sniper, intelligence ecc. ecc. L'addestramento è tenuto spesso con l'SBS, SEAL e KOPASKA.
 
Per questo ed altri motivi, già il 26 agosto 1991 il PASKAL venne dichiarato la principale unità antinterrorismo della Malaysia.
 
Le armi non sono ben note, ma sono più moderne di quelle delle altre SF malaysiane, per quello che si è visto nelle parate si tratta di vari sistemi di visione notturna, elmetti leggeri PRO-TEC, camere termiche, radar tattici MASINT, armi sniper come i DSR-1, RC-50, MSG-90, mitra P90, MP5, fucili Remington 870, fucili d'assalto AK-102, M4, M16 ecc, più mezzi navali leggeri anche di tipo subacqueo.
 
 
Sono stati impiegati in diverse occasioni, come quelle ONU (Somalia II, 1993-95), Angola (UNIVEM II, 1998), Timor Est (2006), Libano (2007), Libano II (2008) ecc.
 
Una delle missioni più recenti è quella antipirateria, dopo il dirottamento di due navi malesi da parte dei Somali, si tratta dell'Operazione Fajar, tenuta assieme ai Marines e a varie navi come la LEKIU nonché ulteriori elementi delle SF malesi, come quando il 1 gennaio 2009 una petroliera indiana, da 92.000 t, venne attaccata dai pirati. Mentre questa cominciava a fare manovre aggressive per impedire l'abbordaggio ai due battelli pirata, arrivavano un elicottero Dauphin saudita e un Fennec di una nave malese carico di due mitragliatrici e di uno sniper del PASKAL, che misero in fuga con dei colpi d'avvertimento i pirati.
 
 
 
<references/>
6 953

contributi