Differenze tra le versioni di "Storia di Roma/L'inizio della crisi"

(TEMPLATE INDICE+ IMMAGINE)
L'imperatore Valeriano, che guidava le spedizione contro i Persiani fu fatto prigioniero.
Ma la morte dei Severi non portò solo una militarizzazione dell'impero, ma anche 21 imperatori che furono eletti dalle legioni tra il 235 e il 284; c'è da dire che il senato non fu in grado di fermare questo potere militare.
Infatti, in questo periodo i ''militari di professione'', ovvero i cittadini di classi inferiori, sostituirono in tutti gli strati i personaggi che facevano parte, o discendevano dal senato; alcuni di questi militari, per la loro capacità furono eletti anche imperatori e formarono così una '''nuova classe dirigente'''. Fra i massimi esponenti, che cercarono di ricostruire l'ordine amministrativo e militare, ricordiamo due imperatori: [[w:Decio|Decio]] e [[w:Valeriano|Valeriano]], che oltre a essere i primi ad attuare delle persecuzioni contro i cristiani, cercarono di opporsi alle invasioni sempre più crescenti, fino ad arrivare alla separazione dell'impero; così in Gallia troviamo l'''imperium Galliarum'' ed in Siria nel 267 si costituì il principato indipendente del ''regno di Palmira''.
Oltre alla scorrerie dei barbari, anche calamità naturali misero a dura prova la popolazione romana, ma negli ultimi decenni del secolo, due imperatori riformarono lo stato e l'organizzazione militare:
*[[w:Gallieno|'''Gallieno''']] che si preoccupò della organizzazione dell'esercito apportando delle modifiche importanti
# abolì il ''limes''
#sostituì la difesa in profondità con '''forze mobili di riserva''', formate da cavalleria corazzata
#confisse i Goti e gli Alamanni
*[[w:Aureliano|'''Aureliano''']], a differenza di Gallieno sotto il punto di vista militare, '''fortificò le maggiori città''' con una cinta muraria; inoltre per consolidare il proprio potere e restaurare la figura dell'imperatore Aureliano assunse il titolo di ''dominus et deuas'' (signore e dio) e fu il primo che portò il [[w:diadema|'''diadema''']].
 
 
 
[[Categoria:Storia di Roma|La monarchia]]
{{Avanzamento|50100%|13 giugno 2008}}
204

contributi