Differenze tra le versioni di "Elettronica pratica/Altri componenti"

nessun oggetto della modifica
Possono essere progettati così da strofinarsi l'un l'altro per rimuovere qualsiasi contaminazione. Conduttori non metallici, quali le plastiche conduttrici, sono talvolta usate. Le parte mobile che applica la forza operante sui contatti si chiama attuatore.
 
 
====Disposizione dei contatti====
 
Gli interruttori possono essere classificati secondo la disposizione dei loro contatti. Alcuni contatti sono normalmente aperti fino a quando siano chiusi dall'azione dell'interruttore, mentre i contatti normalmente chiusi ne vengono. aperti. Un interruttore con entrambi i tipi di contatti si chiama commutatore.
 
I termini polo (pole) e posizione (throw) sono usati per desriverne i contatti. Un polo è un gruppo di contatti che appartengono ad un circuito singolo. Una posizione è una delle due o più posizioni che un interruttore può assumere.
 
Questi termini danno luogo alle seguenti abbreviazioni.
 
* S (singolo), D (doppio).
* T (posizione), CO (commutatore)
* CO=DT
 
(singolo|doppio) polo ((singolo|doppio) posizione|commutatore)
 
* '''SPST''' = una via una posizione, un semplice interruttore apri/chiudi
* '''SPDT''' = una via due posizioni, un semplice commutatore o interruttore aperto-chiuso-aperto
* '''SPCO'''= commutatore ad un polo, equivalente a SPDT
* '''DPST''' = doppio polo singola posizione, equivalente a due interruttori SPST azionati da un singolo meccanismo
* '''DPDT''' = doppio polo doppia posizione, equivalente a due interruttori SPDT azionati da un singolo meccanismo
* '''DPCO'''= commutatore bipolare, equivalente ad un DPDT
 
Gli interruttori con un numero maggiore di poli o posizioni possono venire desritti sostituendo la ''S'' o la ''D'' con un numero.
 
[[Categoria:Elettronica pratica|Altri componenti]]