Differenze tra le versioni di "William Shakespeare/Contesto storico"

nessun oggetto della modifica
{{William Shakespeare}}
La popolazione in aumento di Londra, la ricchezza crescente di alcuni dei suoi cittadini e la crescente domanda di intrattenimento, frustrata dalla soppressione delle forme medioevali di spettacolo, fu la molla che rese necessaria la nascita di una letteratura drammaturgica di notevole varietà, qualità ed estensione. Il repertorio del teatro inglese si formò in un lasso di tempo brevissimo, seguendo la necessità di dover offrire sempre nuovi spettacoli (le cui repliche consecutive erano sempre molto limitate) nei nuovi teatri che venivano via via edificati. Malgrado la maggior parte dei testi scritti per il palcoscenico elisabettiano siano andati perduti, neci rimangonosono pervenute oltre 600 opere<ref>Alan C. Dessen. [http://www.collectionscanada.gc.ca/eppp-archive/100/201/300/early_modern/html/1995/01-3/1-3/rev_god1.html Recovering Shakespeare's Theatrical Vocabulary]</ref>, a testimonianza di un'epoca culturalmente vivace.
 
Gli uomini (non vi sono donne, per quanto si sappia, che scrissero per il teatro in quest'epoca) che inventavano questi drammi erano anzitutto autodidatti di modeste origini, nonostante alcuni di essi avessero avuto un'istruzione a Oxford o a Cambridge. Alcuni, come William Shakespeare, furono innanzitutto attori, tuttavia la maggior parte di essi non lo erano e a partire dal 1600 non è noto il nome di alcun autore che abbia calcato le scene come attore per arrotondare le proprie entrate.
362

contributi