Differenze tra le versioni di "Osservare il cielo/Gli oggetti del profondo cielo"

nessun oggetto della modifica
==Gli ammassi stellari==
===Ammassi aperti===
[[Immagine:IC 2602.jpg|260px|thumb|left|LeL'ammasso delle ''Pleiadi del Sud'', un ammasso aperto fra i più luminosi, osservabile dai cieli australi della Terra.]]
Gli '''ammassi aperti''' sono dei gruppi di stelle nati dalla stessa nube molecolare gigante, e ancora unite dalla reciproca attrazione gravitazionale. Sono chiamati anche ''ammassi galattici'', poiché, nelle galassie spirali (come la nostra Via Lattea) si trovano solo sul disco galattico, ossia lontano dal rigonfiamento centrale.
 
La loro facile reperibilità e il contrasto di colori che talvolta si osserva tra le loro componenti, fa sì che gli ammassi aperti siano tra gli oggetti preferiti dagli astrofili di tutto il mondo. Molti di questi sono fra l'altro anche visibili ad occhio nudo, e in alcuni casi è anche possibile risolverne le componenti.
 
L'immagine a lato mostra l'ammasso delle ''Pleiadi del Sud'', un ammasso aperto fra i più luminosi, osservabile dai cieli australi della Terra.
 
====Osservare gli ammassi aperti====
 
===Ammassi globulari===
[[Immagine:M80.jpg|200px|thumb|right|M80, un ammasso globulare nella costellazione dello Scorpione.]]
Gli '''ammassi globulari''', a differenza degli ammassi aperti, sono dei gruppi di stelle di forma sferoidale molto concentrati, che orbitano attorno alle galassie. Il volume di stelle all'interno di un ammasso globulare è elevatissino, al punto che in un anno luce cubico si possono trovare diversi astri; per comprendere la differenza con la nostra area della Via Lattea, basti sapere che la stella a noi più vicina dista oltre 3 anni luce. Rispetto agli ammassi aperti, inoltre, gli ammassi globulari tendono ad avere un'età molto più avanzata.
 
La maggior parte degli ammassi globulari della Via Lattea si osservano nell'emisfero australe, poiché è in questa direzione che cade il centro galattico; nonostante ciò, la gran parte di questi è ben osservabile anche dalle latitudini mediterranee.
 
L'immagine a lato mostra M80, nella costellazione dello Scorpione.
 
====Osservare gli ammassi globularii====
==Le nebulose==
===Nebulose planetarie===
[[Immagine:M57 The Ring Nebula.JPG|200px|thumb|left|La Nebulosa Anello (M 57), nella costellazione della Lira, è una delle nebulose planetarie più famose.]]
Le '''nebulose planetarie''' devono il loro nome al fatto che, nei primi telescopi, apparivano di forma circolare o di disco, ricordando l'idea di un pianeta. In realtà, si tratta di oggetti ben più grandi, nonché molto meno densi: sono infatti formati da gas interstellare, che una volta faceva parte di una stella. Questa stella, detta ''progenitrice'', giunta allo stadio di ''gigante rossa'', è collassata in un piccolo astro centrale, detta ''nana bianca'', mentre gli strati esterni, espulsi dal corpo della gigante, hanno formato la nebulosa. Una stella può dar luogo ad una nebulosa planetaria dopo la sua "morte" se la sua massa non è superiore alle 8 masse solari.
 
L'aspetto ad anello è solo effetto della prospettiva, in quanto gli strati più densi della nebulosa non si trovano nelle regioni centrali, ma verso i suoi bordi; in realtà dunque la forma reale della nebulosa sarebbe più simile ad una sfera o a un doppio cilindro, con i vertici puntati sulla stella progenitrice. Il gas della nebulosa brilla per riflessione della luce ancora prodotta dalla nana bianca centrale.
 
L'immagine a lato ritrae la Nebulosa Anello (M57), nella costellazione della Lira.
 
====Osservare le nebulose planetarie====
 
===Nebulose diffuse===
[[Immagine:2006-01-a-large web.jpg|200px|thumb|right|La Nebulosa di Orione, una delle nebulose diffuse più note e brillanti del cielo.]]
Le '''nebulose diffuse''' sono dei grandi insiemi di gas interstellare; esse sono composte principalmente da idrogeno ed altri elementi leggeri. Esistono diversi tipi di nebulose, a seconda delle loro caratteristiche: le '''nebulose ad emissione''', sono composte da gas ionizzato dai fotoni di una stella calda vicina, che dunque emette luce propria (come la Nebulosa di Orione, qui a lato); le '''nebulose a riflessione''' sono invece nubi di polvere interstellare che riflettono la luce di stelle vicine, e che dunque non "emettono" luce propria.
 
 
==Galassie==
[[Immagine:M31 Lanoue.png|250px|left|La Galassia di Andromeda, la galassia a spirale gigante più vicina alla nostra.]]
Una '''galassia''' è un grande insieme di stelle e gas, ammassi e associazioni stellari, legati assieme dalla reciproca forza di gravità. La nostra galassia, la '''Via Lattea''', conta circa 150 miliardi di stelle, ed è circondata a sua volta da altre galassie più piccole, le Nubi di Magellano e le galassie nane satelliti.
 
 
La nostra Galassia, assieme alle sue galassie nane satelliti, la vicina Galassia di Andromeda con le sue satelliti, e la Galassia del Triangolo, formano un gruppetto conosciuto come '''Gruppo Locale'''.
 
A destra, la Galassia Girasole, nella costellazione dei Cani da Caccia.
 
====Osservare le galassie====