Differenze tra le versioni di "Elettronica pratica/RAM e ROM"

nessun oggetto della modifica
al consumo su piattaforme multiple che hanno dei componenti a byte multipli.
 
 
===Connessione alla barra degli inderizzi===
Esattamente come la persona che invia la corrispondenza necessita di avere un inderizzo su ogni cosa che deve venire spedita/raccolta, così pure l'accesso ad un particolare byte della memoria è spedito ad un particolare inderizzo, o ivi raccolto.
*Per esempio una memoria può avere 16 connessioni d'inderizzo, etichettate da 0 a 15. Ciò significa che un dato può venire fornito, oppure estratto, da una cella specifica della memoria, il cui inderizzo sta tra lo 0 e (2<sup>16</sup> minus one), che è tra lo 0 e 65535.
 
===Connessione alla barra dei dati===
Dopo che un inderizzo specifico è stato fornito alla memoria, un dato numero specifico viene fornito (scritto) alla connessione barra dei dati, oppure il contenuto di quell'inderizzo viene prelevato (letto).
*Per esempio una memoria può avere 8 connessioni dati, etichettati da 0 a 7. Ciò significa che il numero fornito al byte selezionato deve essere tra lo 0 e (2<sup>8</sup> minus one), che è tra 0 e 255.
 
===Connessione Read/Write===
C'è pure una connessione del terminale d'entrata che indica l'operazione richiesta. Uno "0" nella connessione può indicare che la prossima operazione sarà un "Wtite", mentre un "1" può indicare che ci sarà un "Read".
 
===Connessione all'orologio===
Una memoria può avere bisogno di uno o più segnali d'orologio, ipoteticamente "fase 1" e "fase 2",etc, che sono entrate in memoria provenienti da oscillatori, intendendo che si alternano velocemente tra lo 0 e l'1 in maniera continua. Potrebbe essere che mentre l'orologio si
trova sullo 0 diversi cambiamenti si possono eseguire, come una variazione d'inderizzo e/o un cambio di dati, ma la effettiva lettura e scritture si attuano solo quando l'orologio si trova sull'1. Alcune memorie comprendono gli oscillatori di tempo, possibilmente richedenti dei cristalli esterni.