Chimica organica/Principi di Cinetica Chimica: differenze tra le versioni

Tradotto in soldoni il postulato di Hammond dice che '''la struttura di uno stato di transizione assomiglia a quella della specie che gli è più vicina in energia'''. In una reazione endotermica, quindi, lo stato di transizione assomiglia ai prodotti, in una esotermica assomiglia ai reagenti. Un esempio per fissare questo concetto: nel diagramma di reazione in alto a sinistra, la reazione 1 porta a prodotti più stabili rispetto alla 2. Poichè entrambe sono endotermiche, il loro stato di transizione "assomiglia" ai prodotti. La reazione 1 è quindi caratterizzata da uno stato di transizione a minore energia e dunque avviene più velocemente.
 
Una reazione chimica può essere '''a più stadi''' quando la formazione dei prodotti finali a partire dai reagenti avviene attraverso la formazione di intermedi. Ciascuno stadio è caratterizzato da un complesso attivato. Ciascuno degli intermedi, per quanto reattivo, è una specie isolabile. Nel diagramma di energia si colloca cioè in un '''minimo di energia'''. Un esempio è dato dal diagramma energetico per la reazione bistadio a destra, che verrà descritta in dettaglio a tempo debito. ILe '''carbocationi'''molecole che si formano al termine dello stadio 1 sono caratterizzate da un carbonio carico positivamente e sono dette per questo '''carbocationi'''. Tali carbocationi, seppur molto reattivi, sono potenzialmente '''isolabili''', poiché caratterizzati da un minimo energetico.
 
== Rappresentare lo spostamento di elettroni (Sezione da spostare, prima o poi, in un capitolo opportuno) ==
1 932

contributi