Chimica organica/Principi di Cinetica Chimica: differenze tra le versioni

m
</math></center>
Ecco dunque che la velocità di una reazione chimica si può definire in modo rigoroso e non più ambiguo come '''il tasso di variazione nel tempo del suo grado di avanzamento'''. In questo modo si può valutare misurando la concentrazione di uno qualunque dei reagenti (considerata per convenzione col segno negativo) o dei prodotti (per convenzione col segno positivo), ottenendo sempre uno stesso valore.
Poichè la velocità di reazione misura una modifica della concentrazione di una specie nel tempo, non sstupiscestupisce che la sua unità di misura sia M s<sup>-1</sup>, moli su secondi.
 
La maggior parte delle reazioni chimiche che vengono studiate in chimica organica non portano in un unico passaggio dai reagenti ai prodotti, ma avvengono attraverso una serie di reazioni, che cumulativamente costituiscono il così detto '''meccanismo di reazione'''.
1 932

contributi