Differenze tra le versioni di "Geometria per scuola elementare/Costruzione di un triangolo equilatero"

m
cambio avanzamento a 100%, fix indice cat, forse la dimostrazione è troppo complessa ma d'altra parte una dimostrazione non è semplice di per sè
m (Bot: sostiuisco template: Capitolo2 -> Capitolo 2)
m (cambio avanzamento a 100%, fix indice cat, forse la dimostrazione è troppo complessa ma d'altra parte una dimostrazione non è semplice di per sè)
 
In questo capitolo scopriremo come disegnare un triangolo equilatero.
Ma cosa vuol dire "equilatero"? In parole più semplici, un triangolo che ha '''tutti''' i lati della stessa lunghezza.<br/>
Ogni triangolo i cui vertici sono i punti '''A''', '''B''' e '''C''' si indica in questa maniera: <math>\triangle ABC </math>.<br/> Se poi è equilatero, assomiglierà a quello che si vede in questa figura:<br/>
[[image:Geom_constr_eqtr00.png|566 px]]
Ci si può anche immaginare che i bambini vi arrivino da soli, per caso, usando le loro gambe come se fossero un compasso.
 
Ciononostante, la dimostrazione data da Euclide è '''sbagliata'''.
 
Dal punto di vista della logica matematica, si parte sempre da un certo numero di postulati.
Poi si procede passo passo fino a costruire una dimostrazione.
Una dimostrazione dovrebbe far uso solo dei postulati e rivendicare di poter essere dedotta dai postulati.
Alcune affermazioni utili ricevono un nome e sono chiamati teoremi per permettere di usareleusarle in successive dimostrazioni.
 
Ma vi sono alcuni passi, nella sua dimostrazione, che non possono essere dedotti dai postulati.
L'errore di Euclide, un matematico così dotato, dovrebbe servire come un esempio eccellente sulle difficoltà che si incontrano nelle dimostrazioni matematiche e della differenza che corre tra queste e la nostra intuizione.
 
[[Categoria:Geometria per scuola elementare|Costruzione di un triangoloTriangolo equilatero]]
 
[[en:Geometry for elementary school/Constructing equilateral triangle]]
 
{{Avanzamento|100%|29 agosto 2008}}
11 473

contributi