Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Messico"

nessun oggetto della modifica
Quanto alla situazione economica, nel 1980-90 vi sono state crisi e hanno portato in tutta l'America Latina una grave recessione, e questo ha avuto molto a che fare con l'alto debito pubblico che plaga le nazioni più abbienti, figuriamoci quelle che hanno economie meno forti. Il presidente Salinas, in carica nel 1991, affermò che il Messico avrebbe dato il massimo impegno al pagamento del debito estero, ma non senza condizioni. Dopo estenuanti trattative arrivò a negoziare il debito a 'soli' 20 miliardi di dollari circa, ma con la riduzione degli interessi, diminuzione della percentuale di interessi, apporto di nuove risorse (buffo come certi problemi abbiano la tendenza a ripresentarsi ovunque con la stessa modalità). Questo avrebbe stabilizzato l'economia messicana, perché come sempre, più che il debito pubblico era drammatico l'apporto degli interessi all'ammontare e all'incremento dello stesso.
 
Tornando alla Costituzione Nazionale, scendendo nei dettagli storici va detto che venne promulgata il 5 febbraio 1917 dopo 7 anni di rivoluzione maderista contro il dittatore Porfirio Diaz. L'esercito rivoluzionario vittorioso non stette fuori dalla porta quando si trattò di redarre quell'importantissima carta costituzionale, con i militari in funzione di deputati costituzionalisti che partecipò alla redazione della stessa, mentre poi molti altri divennero detentori di cariche di primo piano nella Pubblica Amministrazione. Questa non fu un'influenza retrograda: Jara e Mujica redassero gli articoli sulla laicità dello Stato e la sua separazione dalla Chiesa cattolica, sulla proprietà della terra, sulle relazioni tra padroni e dipendenti. L'esercito rivoluzionario era indubbiamente fedele ai valori che lo avevano spinto al conflitto armato, ma poi i 'cristeros', un movimento d'inspirazione religioso portarono altri anni di instabilità e lotte armate. Fino a che nel '29 la situazione si stabilizzò a livello politico e l'esercito iniziò a rinnovarsi dal vecchio stato di armata rivoluzionaria. Fu nel 1934 che il Messico, in data 15 maggio, ebbe la Segreteria della Difesa Nazionale, ente che avrebbe poi riorganizzato il Paese in zone militari e nelle relative guarnigioni. Seguirono poi altre innovazioni, in particolare durante la Seconda guerra mondiale vennero iniziati molti miglioramenti, come mezzi meccanizzati e motorizzati, genio, telecomunicazioni etc. Del resto in Messico vi sono state molte 'prime' o al limite, 'seconde': l'aviazione militare è stata impiegata qui praticamente in contemporanea con la Libia, e con qualche 'prima' sicura, per esempio il primo bombardamento aereo contro una nave da guerra.
 
Il Genio, specialità caratteristica dell'Esercito messicano comprendeva:
*Brigata del genio di Città del Messico con 3 battaglioni Genio Costruzioni
*3 battaglioni del Genio da Combattimento, il 1o, 2o e il 3o
*2 compagnie del Genio da Combattimento, una del Corpo guardie presidenziali (con la stessa sede della Brigata genio, il campo militare Alvaro Obregon'), e l'altra per la 2a brigata di fanteria. Tutte le unità del genio sono sotto il comando della 1a Zona militare (C. del Messico).
 
Per il resto, l'ammodernamento e la riorganizzazione dell'esercito sono state tali da cambiarne parecchio la fisionomia, anche se l'organico è aumentato (da notare che si tratta di militari volontari) a ben 106.000. La principale unità è ancora la Brigata Corazzata, mentre le unità di fanteria appiedate e quelle di cavalleria 'a cavallo' sono diventate al dunque motorizzate, fino a che un solo reggimento di cavalleria restava munito di quadrupedi: per gli altri è arrivato il cavallo-vapore, o come si dice adesso, il kW. Questo è stato possibile per la fornitura di gipponi HUMMER, mentre sono stati creati anche due battaglioni logistici ovvero del Genio da combattimento e trasporto, necessari per supportare unità ben più complesse, si riorganizzò la sanità militare e così via. Da ricordare anche le Commissioni Tecniche, che avevano il compito di stabilire che tipo di materiali v'erano da comprare: la prima venne creata nel '42 e approvò la compera di carri armati leggeri M3 e blindati vari dagli USA, oltre a molte armi leggere. Nel '66 la cavalleria si diede una commissione per riorganizzarsi, e lo stesso accadde per le altre Armi ma in seguito, negli anni successivi.
 
La formazione militare è stata curata con la creazione, nel 1982, di un centro studi per ufficiali, il Collegio di Difesa Nazionale. Vi erano anche la Scuola Superiore di Gurrea per ufficiali delle 3 armi, e un insieme di istuti impressionante: Scuola militare di odontoiatria, di Ingegneria (anche per ingegneri civili,meccani e elettronici), delle Trasmissioni, e l'Eroico Collegio Militare di Tlalpan (che si riferisce al Castello di Chapultepec, dove combatterono e morirono dei ninos, nel 1847). E' lì dove i cadetti ricevevano l'istruzione accademica e la formazione in un corso di 4 anni per diventare sottotenenti. Poi vi era la Scuola Militare dei quadri delle Armi 'Mariano Matamoros' che serviva ai sottufficiali, basata a Puebla. Da qui era possibile, dopo un anno ai reparti, fare domanda per il Collegio Eroico di cui sopra. Si può ricordare che esisteva la Scuola Militare di Applicazione delle Armi e dei Servizi di Città del Messico, la Scuola Militare di Applicazione di Cavalleria, dei Materiali da guerra, Sanità, Educazione fisica etc. Anche l'Aeronautica e la Marina avevano i loro istituti specifici, com'é pacifico che sia.
 
La FAM, Forza aera del Messico aveva il Collegio dell'Aria di Guadalajara con una scuola militare di Aviazione, una tecnica delle trasmissioni, una di Allestimento materiale aereo e controllo del volo.
 
Le basi aeree erano 11: Ensedana, E1 Saltillo, Zapopàn, Santa Lucia e benito Juarez (a Città del Messico), Puebla, Acapulco, Ciudad de Ixpetec, Merida e Cozumei.
 
La Marina aveva la sua Eroica Scuola Navale Militare di Anton Lizardo, a Vera Cruz zona portuale. Era per gli ufficiali e i tecnici, nonché i piloti. Il Centro di studi navali o CESNAV aveva da offrire corsi di 6 mesi per Stato Maggiore Navale, e si trovava a C.d.Messico. Le basi navali erano 16: Ensenada, Guaymas, La Paz, Mazatlan, Tampico, C.del Messico, Manzanillo, Lazaro Cardenas, Acapulco, Vera Cruz, Salin Cruz, Puerto Masero, Ciudad de Carmen, Yuhalpetén, Isia de Mujeres e Chetumal.
 
E ora parliamo dell'arruolamento, che in Messico era una specie di via di mezzo tra la leva e il servizio volontario. Le Forze armate vere e proprie erano volontarie, ma tutti i giovani compiuto il 18imo anno d'età erano obbligati al Servizio Militare Nazionale, con un obbligo: ogni sabato per un intero anno ( dal 1 gennaio) prendere parte al corso d'istruzione chiamato 'sabatina'; oppure, sbrigare più in fretta la questione arruolandosi per modici 3 mesi in una compagnia fucilieri delle 36 Zone militari (a quanto pare, ne era aumentata di una la lista totale), e finire poi nella Riserva generale. In pratica si trattava di soldati di bassissimo livello se comparati a quelli formati da servizi di leva lunghi 1 anno, ma erano buoni per dar vita ad una sorta di Milizia, dopotutto la ricchezza 'demografica' non difettava al Messico ma non v'era la necessità né la possibilità di tenere in servizio un esercito numeroso, così in pratica i ragazzi erano nella possibilità di fare un servizio di formazione base per operazioni militari, qualcosa che si potrebbe definire 'sempre meglio di niente', ad un prezzo piuttosto basso per la Comunità. Inoltre, un corso come la 'sabatina' rendeva piuttosto superfluo il dibattito sull'obiezione di coscienza, essendo possibile scegliere un corso non particolarmente impegnativo, con uso di armi modesto e sopratutto con possibilità remotissime di un eventuale impiego reale: poco più di un corso di boy-scouts, una specie di protezione civile blandamente armata e nulla a che vedere con la 'naja' vera e propria.
 
Ecco l'entità dell'Esercito messicano:
*Forza: 106.000, tutti volontari
*1Brigata corazzata
*2 Brigate di Fanteria
*1 Brigata fucilieri paracadutisti (dell'Aeronautica)
*1 brigata genio
*36 guarnigioni locali per le relative regioni (che si potrebbero definire, in contrapposizione all'esercito 'campale' di cui sopra, un esercito 'territoriale') con oltre 70 battaglioni di fanteria e 20 reggimenti di cavalleria, nonché 3 reggimenti di artiglieria
 
Ogni zona militare delle 36 esistenti aveva vari settori e sottosettori ed era presieduta da uno Stato Maggiore.
 
Per il Corpo d'Armata, non essendovi divisioni, esistevano:
*Corpo delle Guardie Presidenziali con la 1a Brigata di Fanteria Meccanizzata, un gruppo aereo da trasporto e un battaglione di fanti di Marina
 
Ecco l'equipaggiamento, per lo più vetusto:
*Carri armati medi M3 (Sì, sono i Lee precedenti agli M4 Sherman..), 40 leggeri M5; 15 blindo M-8, 40 MAC-1, 60 ERC-90, Commando V-200; trasporti truppa con 40 HWK-11, 35 semicingolati M-3A-1, 30 MOWAG Roland, VCR TT, AMX-10P, VBL, DN-3 Caballero, DN-IV, Sedena 1000 (gli ultimi 3 nazionali)
*Missili MILAN, cannoni M-3 da 37 mm e SR da 106 mm controcarro.
*Artiglierie da 75 mm e 105 mm trainati e semoventi M8 da 75 mm e M7 da 105 mm
*Armamento a.a.; 20 e 40 mm
 
 
6 953

contributi