Differenze tra le versioni di "Storia delle Forze armate tedesche dal 1945"

nessun oggetto della modifica
Sul piano tecnologico, grazie a progetti di indiscusso successo come i carri serie Leopard, i sottomarini '''[[w:Classe U-209|U-209]]''' e gli '''[[w:F-104|F-104G]]''', la Germania ha costituito un punto di riferimento per le forze terrestri e navali di numerosi altri Paesi, basti dire che i carri '''[[w:Leopard 1|Leopard 1]]''' sono stati acquisiti da gran parte delle forze NATO in Europa, dall'Australia e dal Canada, mentre un successo ancora maggiore arrise al '104 nella versione sviluppata in Germania. Parimenti, l'attuale '''[[w:Leopard 2|Leopard 2]]''' sta riscuotendo un successo internazionale che non trova paragoni con nessun altro carro armato moderno, sebbene l'M1 americano sia stato prodotto in maggiore quantità. Altri progetti come il Marder e il Gepard hanno costituito un punto di riferimento per le loro categorie.
 
Quello che mancava al possente strumento militare della Germania Ovest, fino a tempi recenti orientato alla difesa del proprio territorio, era l'esperienza di peace keeping o addirittura di conflitti limitati, ma da circa un decennio questo non è più vero, come le missioni in KossovoKosovo e in Afghanistan hanno dimostrato.
 
Dall'altra parte della Cortina, la DDR era molto più debole militarmente e pressoché priva di capacità progettuali per nuovi sistemi d'arma. Tuttavia, al pari della Germania Ovest, era rinforzata da truppe 'alleate', ovvero intere armate sovietiche sia aeree che terrestri, pronte a scatenare l'Olocausto nucleare sul territorio tedesco in caso di conflitto (le armi nucleari tattiche facevano parte dei piani sovietici anche in funzioni offensive e non solo difensive).
Utente anonimo