Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Giappone"

m
m (Bot: Categorizzo: "100%")
 
 
In termini di date storiche dettagliate, il Giappone dal settembre 1945 fu sotto il completo controllo delle Forze d'occupazione Alleate. Ma presto la situazione cambiò, anche se praticamente mai venne riconquistata l'indipendenza totale dagli Stati Uniti, che hanno continuato a tenere fino ai nostri giorni ingenti forze militari sul territorio giapponese. Sebbene il Giappone fosse stato trattato molto più duramente delle altre nazioni dell'Asse, in quanto ebbe l'ardire di attaccare 'proditoriamente' P. Harbour (cosa formalmente vera, molto di meno se si considera lo stato di tensione sempre più pesante che avrebbe dovuto consigliare di non dormire sonni profondi alle Hawaii, base avanzata americana di importanza capitale per il controllo del Pacifico), e sebbene non si tenne in alcun conto il 'controbilanciamento' che distrusse praticamente tutte le città giapponesi con napalm, bombe e armi nucleari, nondimeno anche per il Giappone il riscatto dalla condizione di Paese occupato non poteva tardare. Almeno 4 i fattori che lo consigliavano: Anzitutto una severissima Costituzione che emanata nel 1946, non contemplava la guerra come risoluzione dei conflitti e l'impiego oltremare di un qualche dispositivo militare per tutelare gli interessi nazionali. Poi la Guerra in Korea, la vicinanza dell'URSS, e il ritorno di molti prigionieri internati nell'URSS che erano sospettati di essere 'comunisti'. Tutto questo non potèpoté non influire sulla politica americana, rappresentata dal governatore Douglas Mc Hartur.
 
Il 10 agosto 1950, mentre la guerra infuriava nuovamente e il Giappone era utilizzato come retrovia del confronto con i 'rossi', venne istituita una forza di polizia di riservisti, la Keisatsu Yobitai o National Police Reserve. Dopo questo inizio di rimilitarizzazione, il 26 aprile 1952 venne costituita la Kaijyo Keibitai, Maritim Guard. Questa era la Guardia nazionale navale. Il 1 Agosto venne consentita la creazione di un Ministero della difesa, chiamato National Safety Agency, e poi vennero creati i nuclei delle tre forze armate, o meglio delle Self- Defence Forces. Il 1 luglio 1954 in particolare nacque l'arma aerea giapponese in termini di reparti organici, che vennero autorizzati per tutte le tre armi. Le Forze di Autodifesa giapponesi erano un buon affare: molto meglio per gli americani sfruttare le risorse umane ed economiche locali per imbastire forze armate controllabili ma pur sempre capaci di sobbarcarsi la difesa della Nazione, che tra l'altro aveva perso l'Arcipelago delle Kurili, conquistato dall'URSS e da allora conteso politicamente dal vecchio 'proprietario', ma mai restituito nemmeno dopo la fine dell'URSS.
386

contributi