Differenze tra le versioni di "Via Lattea/Nozioni generali"

 
Come già detto, la concentrazione di polveri nel piano galattico, impedisce l’osservazione, nel visuale, del nucleo della nostra galassia. Dunque fino a poche decine di anni fa, si sapeva che c’era ma se ne ignoravano le caratteristiche. Si sapeva però che distava dal Sole circa 30.000 anni luce, in direzione della costellazione del Sagittario.
Non potendo osservare otticamente, si è allora ricorsi all’impiego delle onde radio, dando origine ad una branchiabranca dell’astronomia denominata '''Radioastronomia'''. Così oggi, dopo 40 anni di studi, sappiamo che il centro della galassia è una zona molto attiva, dove piccoli oggetti liberano grandi quantità di energia in base a proprietà non ancora del tutto note. Sono stati rilevati due frammenti spiraliformi a 6 anni luce dal centro, che sembra siano stati espulsi proprio da quest’ultimo.
La massa della regione centrale della Via Lattea è stata stimata in circa 10 miliardi di masse solari.
Cosa però ci sia effettivamente al centro della galassia non si sa ancora con precisione. Alcuni astronomi ipotizzano la presenza di un buco nero che cattura la materia interstellare e tutto ciò che gli sta intorno ( stelle comprese ), e le ingoia come un enorme imbuto, provocando in tal modo l’intensa emissione di energia. Dove sbuchi l’altra estremità dell’imbuto non è dato di sapere; forse è un punto di collegamento con altri universi.
Utente anonimo