Differenze tra le versioni di "Utente:Lord Hidelan/Sandbox"

nessun oggetto della modifica
::{{cita libro|cognome=Maroni Lumbroso|nome=Matizia|titolo=Viù... 'na òlta: folklore della Val Camonica|anno= [[1978]]|editore= Fondazione Ernesta Besso|città=[[Roma]]| pagine=180}}
 
===Il confinato di Ponte di Legno===
Vi era nei pressi di Ponte di Legno un uomo che era morto, ma in forma di spirto era tornato e faceva del male. Gli abitanti del paese si rivolgono al prete che vuole scacciarlo dal luogo. Ma lo spirito chiede al parroco di non scacciarlo dal suo paese, e quindi viene confinato sotto un ponte. Ma anche qui non smette di fare dispetti ai vivi, tanto che due donne, che abitavano vicino al ponte, finirono per mornire di paura.
: Confinati, Ponte di Legno
::{{cita libro|cognome=Maroni Lumbroso|nome=Matizia|titolo=Viù... 'na òlta: folklore della Val Camonica|anno= [[1978]]|editore= Fondazione Ernesta Besso|città=[[Roma]]| pagine=186}}
 
===Il confinato della Val Pisgana===
Vi era un uomo che era stato confinato, come spierito, in Val Pisgana. Il suo obbligo dopo morto era quello di fare rotolare le fascine di legna ai boscaioli. Un giorno il figlio di questo spieto si ercò in Val Pisgana per tagliare un albero, ma osservando le fascine che rotolano si accorge dello spierito di suo padre. Spaventatosi per la visione, morirà dalla paura da lì a due giorni.
: Confinati, Val Pisgana
48

contributi