Differenze tra le versioni di "Utente:Lord Hidelan/Sandbox"

(Nuova pagina: '''MITI, TRADIZIONI & LEGGENDE DI VALLE CAMONICA''' ==Corteno== ===La sagra di sangue=== Durante il periodo veneziano la Val di Scalve, a corto di spazio per le proprie bestie, ch...)
 
'''MITI, TRADIZIONI & LEGGENDE DI VALLE CAMONICA'''
 
==CortenoALTA VALLE==
===La sagra di sangue===
Durante il periodo veneziano la [[Val di Scalve]], a corto di spazio per le proprie bestie, chiese ed ottenne alla [[Serenissima]] di utilizzare la ''Malga Culvegla'', di proprietà di Corteno. I cortenesi attesero fino al [[1797]] (fine del governo veneziano) per riappropriarsene, scacciandone gli scalvini. Il [[15 agosto]] [[1758]], giorno della Sagra dell'Assunta patrona di corteno, gli scalvini, giunti attraverso passo Sellero e del Sellerino, assaltarono la malga e, dopo aver affogato il casaro nel siero, tentano di sottrarre anche le bestie al pascolo. Un secondo pastore, sceso in paese, dà l'allarme e dal villaggio una folla armata risale la montagna in due gruppi: il primo attravero il Preborem, l'Orio ed il Torsolet, il secondo lungo i Tremonti, il Foràm ed il Sessa.Nel frattempo i consoli del paese tentano la trattativa con gli scalvini. Essa non va a buon fine, ed al segnale dei consoli (un fazzoletto rosso sventolato) la folla scende dai monti facendo massacro. Il torrente insanguinato venne chiamato Val Ròsa.
48

contributi