Impresa sociale di comunità/Ideazione: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  14 anni fa
m
# “riallocare” in forma non estemporanea risorse locali per sostenere la risposta a nuovi bisogni e, in termini più generali, per influenzare i meccanismi decisionali per la destinazione di nuove risorse (ad esempio in sede di definizione delle politiche territoriali, piuttosto che di rendicontazione delle attività svolte a livello economico e di impatto sociale).
 
Il mix di risorse che riuscirete a generare sarà l’effetto diretto di una strategia di coinvolgimento e responsabilizzazione di diversi soggetti – i beneficiari, gli attori pubblici e privati, individuali e collettivi ecc. – basatobasata sulla creazione di coalizioni di attori orientate non solo a riconoscere l’esistenza di bisogni insoddisfatti o di fenomeni di esclusione e fragilità sociale, ma anche l’individuazione delle risorse necessarie per dare loro risposta, attraverso un circolo che si autoalimenta in modo virtuoso.
 
Una competenza chiave del management di una ISC consiste quindi nel saper individuare e attrarre queste diverse risorse, ma anche nel saperle combinare in vista del raggiungimento di un obiettivo comune. Non sempre, infatti, chi apporta le risorse è consapevole di poter giocare un ruolo rilevante rispetto all’iniziativa intrapresa. Ed inoltre non è scontato che tutti i soggetti apportatori siano sempre e comunque disponibili a collaborare con gli altri, a condividere cioè gli obiettivi e il percorso identificato per raggiungerli.<br/>
259

contributi